PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedale di Fiorenzuola. Clima incandescente in consiglio comunale

La delocalizzazione del mercato ortofrutticolo in via Piemonte è stato l’unico tema all’ordine del giorno nella seduta straordinaria di consiglio comunale, l’ultima prima della pausa estiva, che si è tenuta, nel tardo pomeriggio di oggi, a Palazzo Mercanti. Ad accendere il dibattito è stata, però la questione legata alla nota vicenda dell’ospedale di Fiorenzuola d’Arda

La delocalizzazione del mercato ortofrutticolo in via Piemonte è stato l’unico punto all’ordine del giorno nella seduta straordinaria di consiglio comunale, l’ultima prima della pausa estiva, che si è tenuta, nel tardo pomeriggio di oggi, a Palazzo Mercanti. “La delocalizzazione – ha spiegato l’assessore all’urbanistica Silvio Bisotti -, dall’immobile di proprietà comunale di via Colombo a quello di proprietà di un privato in via Piemonte, avverrà presumibilmente a decorrere dal 2014″. La delibera approvata oggi, come ha evidenziato Bisotti “impegna la giunta ed il consiglio ad approvare un regolamento, complessivamente rivisitato, entro il 31 dicembre”.

L’OSPEDALE DI FIORENZUOLA – A scaldare gli animi è stata, però, la discussione sulla vicenda dell’ospedale di Fiorenzuola d’Arda. Stefano Borotti (Pd) ha espresso la solidarietà al sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani sottolineando il clima di allarmismo creato da alcune forze politiche che ha messo in secondo piano sia i soldi stanziati dalla Regione che le problematiche statiche della struttura ospedaliera. “Personalmente sono stato molto allarmato – ha ribattuto Massimo Polledri (Ln) sulla tematica – dalla notizia della chiusura di alcuni reparti”. Ancora sull’ospedale del capoluogo della Val d’Arda: “Mi sembra surreale – ha detto Michele Bricchi (Pd) – stare qui a discutere quando la Regione intende portare 12milioni di euro sul territorio”. Forte la polemica in sala consiliare: Foti (Fd’I): “Ritengo – ha detto – che se esiste un pericolo immediato non si tiene la perizia in un cassetto per 4 mesi. Riguardo agli stanziamenti, invece, a me risultano solo 2milioni destinati al rifacimento non dell’ospedale ma del pronto soccorso di Fiorenzuola. E’ inutile parlare di allarmismo”. Clima incandescente quando il presidente del Consiglio Claudio Ferrari ha tolto la parola a  Foti, il quale aveva ribattuto a Borotti durante il dibattito sul mercato ortofrutticolo; così parte dell’opposizione ha abbandonato l’aula. Un invito al dialogo, teso al bene della città, è giunto dall’intervenuto di Christian Fiazza (Pd).

OBIETTIVI PUNTATI SU VERDE PUBBLICO E VIABILITA’ – Tra i temi dibattutti anche verde pubblico e viabilità. “E’ determinante  – ha detto Andrea Gabbiani (M5s) – che il consiglio comunale venga costantemente informato relativamente all’ex Pertite”. “Chiediamo – ha aggiunto – una variante al piano regolatore per destinarla, entro il 2017, esclusivamente a parco”. Obiettivo puntato anche sui Giardini Margherita: “Da circa 3 anni un ingresso è chiuso. Chiediamo il ripristino, in tempi brevi dell’apertura”.  Paolo Garetti (Lista Sveglia) ha segnalato alcuni problemi di viabilità di via Rigolli. “C’è un forte passaggio di mezzi pesanti ed i dissuasori, collocati per limitare velocità, si sono rivelati controproducenti perché hanno provocato l’aumento dell’inquinamento acustico”. “Chiediamo di intervenire a proposito drenando il traffico pesante in Corso Europa”.
Maria Lucia Girometta (Pdl) ha segnalato l’assenza di uno scivolo che consenta la discesa dal marciapiede tra via Cella e via Puccini ai disabili. Ancora, numerose problematiche che interessano il Parco della Pace. “L’erba è molto secca, l’impianto di irrigazione non è funzionante così come una fontanella. Ed una pianta alta morta fa molta paura”.
E ancora, sul primo tratto di Corso Vittorio Emanuele: “Hanno già chiuso tre negozi – ha detto Massimo Polledri (Ln) -: i negozianti soffrono per i problemi di viabilità, di assenza di parcheggi. E’ necessario fare valutazioni”. Il sindaco Paolo Dosi ha annunciato che si stanno ultimando i lavori di progettazione della pista ciclabile proprio in quella via ed ha confermato l’intenzione di intervenire al più presto.

PIACENZA CHE VERRA’: PARCO DELLA PERTITE E LA CAVALLERIZZA – Tommaso Foti (Fd’I) è intervenuto sul tema delle aree militari. “Mi sembra banale – ha detto al sindaco Paolo Dosi – esultare per aver ottenuto 3 ettari quando lei ha agli atti una proposta per 19 ettari dell’ex Pertite”. Foti ha parlato della necessità di un incontro con lo Stato Maggiore della Difesa “per capire quali sono i beni che si intendono dismettere” e da lì iniziare ad agire sulla procedura semplificata di trasferimento di immobili a titolo non oneroso.
“La riqualificazione della Cavallerizza – ha detto Marco Tassi (Pdl) è pietosa: mentre si fanno proclami su quello che dovrebbe arrivare nella struttura l’area verde sta morendo”. Tassi ha anche invitato il sindaco Paolo Dosi a continuare a lavorare con tempestività nell’ambito della nota vicenda dell’impianto di biogas a Borgotrebbia.

VERSO L’EXPO 2015 – Dosi ha annunciato l’avvio del tavolo provinciale dell’Expo 2015. “E’ uno sforzo collettivo -ha detto – che prelude ad una forma di collaborazione concreta per ottenere dei risultati, a beneficio del territorio, nel cogliere un’occasione unica”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.