PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Sarò pendolare tra il Ministero e Palazzo Mercanti”. Sichel (Pd) entra in consiglio foto

Sarà un pendolare un po' speciale, tra Roma e Piacenza, diviso tra il lavoro al Ministero dell'Economia, dove ricopre il ruolo di segretario particolare di Paola De Micheli, e gli scranni di Palazzo Mercanti. Federico Sichel

Più informazioni su

Sarà un pendolare un po’ speciale, tra Roma e Piacenza, diviso tra il lavoro al Ministero dell’Economia, dove ricopre il ruolo di segretario particolare di Paola De Micheli, e gli scranni di Palazzo Mercanti. Federico Sichel, 32 anni, entra in consiglio comunale lunedì prossimo, nelle fila del Partito Democratico, per sostituire il dimissionario capogruppo Daniel Negri.
 
Un ingresso che all’interno del Pd ha creato qualche scompiglio politico, viste le posizioni assunte da Sichel e la sua vicinanza all’area bersaniana del partito, che due anni fa venne messa alla porta della giunta comunale senza tanti complimenti dal sindaco Paolo Dosi. Ma oggi a Palazzo Mercanti tutti sono obbligati a guardare più al futuro che al passato: manca infatti poco più di un anno al termine del mandato e la partita della successione a Dosi (che non ha ancora sciolto le riserve sulla sua ricandidatura) è aperta. E anche sul fronte dell’azione amministrativa, lo sforzo per lasciare un segno più di quanto non sia stato fatto nei mesi passati, sarà massimo.

“Entrare a Palazzo Mercanti è un impegno importante – spiega Sichel – che intendo onorare, seppur per l’ultimo pezzo del mandato dell’amministrazione, per rappresentare a pieno chi mi ha eletto. Credo che avere in consiglio comunale una persona che sarà pendolare tra il Comune di Piacenza e il Ministero dell’Economia sia un’opportunità per questa amministrazione e non un problema. Cercherò di portare la mia esperienza e anche le mie relazioni a disposizione della città”. 

Sichel fa riferimento al suo ruolo chiave di raccordo tra Roma e Piacenza, che ha svolto in questi anni per conto di Paola De Micheli: un’attività che lo ha portato a stabilire rapporti con tutto il mondo economico e sociale locale e anche con tanti big dell’economia nazionale.  

“La mia prima esperienza politica attiva – racconta Sichel – è stata con la civica “per Piacenza con Reggi” nelle comunali del 2007. Ero candidato insieme ad Anna Maria Fellegara, Katia Tarasconi, Roberto Colla, Lucia Rocchi. Fu durante quella campagna elettorale che conobbi Paola De Micheli. Entrambi eravamo candidati, lei nella lista dell’Ulivo, ma assai più occupati a organizzare la campagna della propria lista che non quella personale”.

Federico Sichel ha iniziato a collaborare con l’attuale Sottosegretario dell’Economia nel 2008, durante la sua prima campagna elettorale politica. “Ho conciliato il lavoro di supporto a Paola De Micheli con la mia professione che era di tutt’altro genere, fino al novembre del 2014. Negli anni passati ho lavorato come ufficio acquisti di un’impresa di Piacenza, e in seguito amministratore delegato di un consorzio di imprese di Brescia. Quando Paola è stata nominata al Governo, tutto è cambiato e questa collaborazione è diventata pro tempore il mio lavoro a tempo pieno.

“Politicamente io e Paola De Micheli – fa notare Sichel – apparteniamo a culture politiche diverse. Io vengo dalla sinistra e non è mistero che non ho mai sostenuto Renzi. Col tempo le storie si sono intrecciate e ci siamo contaminati a vicenda, come è giusto che sia nel Pd”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.