PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il cagnolino che vive sull’isola in mezzo al Po (e non vuole essere salvato) FOTO  foto

Da due settimane a questa parte c'è un insolito traffico lungo il fiume Po, all'altezza degli attracchi Map e della società Canottieri Nino Bixio di Piacenza. Il motivo? Un indomito cagnolino che è apparso, non si sa bene come, su un isolotto di fronte alla suggestiva terrazza della "Nino". A notare per prima il cucciolo è stata una signora dalla vista prodigiosa, socia della Nino Bixio, che ha subito allertato i vigili del fuoco per riuscire a portarlo sano e salvo a riva. 

Più informazioni su

Da due settimane a questa parte c’è un insolito traffico lungo il fiume Po, all’altezza degli attracchi Map e della società Canottieri Nino Bixio di Piacenza. Il motivo? Un indomito cagnolino che è apparso, non si sa bene come, su un isolotto di fronte alla suggestiva terrazza della “Nino”.

A notare per prima il cucciolo è stata una signora dalla vista prodigiosa, socia della Nino Bixio, che ha subito allertato i vigili del fuoco per riuscire a portarlo sano e salvo a riva. 

Ma la prima spedizione fallisce: il cagnolino si lascia avvicinare ma non prendere, anzi, scappa nella boscaglia non appena i tentativi dei vigili del fuoco si fanno più insistenti. 

Anche la seconda spedizione, che vede questa volta l’intervento degli operatori del canile municipale di Piacenza, finisce con un … buco nell’acqua. Alcuni soci della Nino Bixio decidono di mobilitarsi a loro volta: a bordo di una battellina guadano il Po e cercano di conquistarsi quanto meno la riconoscenza della bestiola, offrendogli cibo e varie leccornie. Ma niente, l’animale non si lascia avvicinare anche dopo aver mangiato. 

Come avrà fatto il cagnolino ad approdare su questa spiaggia di ciottoli e arbusti? C’è chi sostiene che sia stato abbandonato sull’isola magari da qualche pescatore, qualcun altro sostiene che l’abbandono sia avvenuto in modo ben più brutale: il cane sarebbe stato letteralmente lanciato dal vicino ponte sul Po. Con ogni probabilità la verità è un’altra, meno drammatica ma altrettanto avventurosa. 

“Il cagnolino fa la spola a nuoto tra l’isolotto e la riva lombarda – racconta Giovanni Beretta, storico esponente del canottaggio piacentino e socio della Nino Bixio -. Lo vediamo ancora, e continuiamo a portargli da mangiare. Mi si avvicina, eh. l’ho visto anche da vicino ma non si lascia prendere. E pensare che un pomeriggio si è lasciato accarezzare ben bene da due turisti francesi che, arrivati sulla spiaggia in barca, hanno fatto sosta lì. Da noi invece …”
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.