PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ecce Homo, domenica visita guidata speciale 

Prevista una visita guidata speciale che, oltre al consueto itinerario alla scoperta della storia, del patrimonio artistico del Collegio Alberoni e della mostra Religo, propone un’introduzione approfondita dedicata all’Ecce Homo di Antonello da Messina

Più informazioni su

Domenica prossima 26 marzo il quinto evento collaterale alla mostra Religo della Galleria Alberoni di Piacenza, che tra i suoi obiettivi ha anche quello di legare insieme, rilegare appunto, l’arte antica e quella contemporanea.

Prevista una visita guidata speciale che, oltre al consueto itinerario alla scoperta della storia, del patrimonio artistico del Collegio Alberoni e della mostra Religo, propone un’introduzione approfondita dedicata all’Ecce Homo di Antonello da Messina, vera perla della collezione artistica costituita dal Cardinale Alberoni e capolavoro assoluto dell’arte antica, con il quale l’artista messinese ha rivoluzionato l’iconografia sacra e il sentire religioso del suo tempo.

Alle ore 16, nella Sala degli Arazzi, all’inizio del percorso guidato che sarà poi condotto da Claudia Marchionni, avrà infatti inizio un’introduzione interamente dedicata all’Ecce Homo o Cristo alla colonna di Antonello da Messina.

Interverranno Ilaria Sgaravatto e Francesca De Vita. La prima ha condotto uno studio dedicato al dipinto custodito al Collegio quale tesi di laurea triennale nel Corso di Scienze dei Beni Culturali all’Università Statale di Milano, studio condotto sotto la guida della docente di Letteratura Artistica Prof.ssa Rossana Sacchi, a riprova della riconosciuta importanza della versione alberoniana dell’Ecce homo.

La seconda, restauratrice di notevolissima esperienza e importante curriculum di interventi, segue costantemente, da molti anni, la preziosa e delicata tavola alberoniana, che presenta ancora eccezionali condizioni di conservazione, che permettono un’ottima leggibilità del dipinto, suscitando emozione nei visitatori, ma richiede, in ragione della sua grande fragilità, una cura continua e condizioni microclimatiche estremamente stabili ottenute anche con l’uso di macchine e tecnologia avanzata che domenica verrà descritta ai visitatori.
 
Ilaria Sgaravatto che sta attualmente terminando gli studi magistrali in Storia e Critica d’Arte sempre presso il medesimo ateneo milanese condurrà i visitatori, anche con l’ausilio di immagini, alla scoperta della tavola di Antonello da Messina in un breve percorso che prevede l’illustrazione della biografia dell’artista, le opere principali e la tecnica pittorica, la presentazione della serie degli Ecce Homo da lui realizzati, la descrizione della versione piacentina con il racconto delle questioni cronologiche ancora aperte e delle vicende collezionistiche.

Restano infatti alcuni interrogativi insoluti relativamente al capolavoro del Collegio Alberoni, quali la data di esecuzione riportata nel cartiglio dipinto sul parapetto, evidente omaggio di Antonello ai maestri fiamminghi, letta da alcuni specialisti in 1473 e da altri in 1475, con il mistero della scrittura dell’ultima cifra. Non è neppure certo come e quando e da chi il cardinale Alberoni abbia acquistato il prezioso dipinto.

Francesca De Vita racconterà invece le vicende conservative della tavoletta con i tre restauri subiti nel secolo scorso e la costruzione dell’armatura posteriore al dipinto. La restauratrice svelerà ai visitatori anche la complessa opera di osservazione, monitoraggio e mantenimento di condizioni microclimatiche estremamente stabili, e studiate specificamente per la delicata tavola, che vengono condotte oggi e che permettono una buona conservazione del dipinto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.