PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi appuntamenti con Pc Suona Jazz! al Baciccia e al Dubliners foto

Il Piacenza Jazz Fest mantiene la sua promessa di riempire di Jazz non solo i teatri, ma anche altri luoghi della città e provincia di Piacenza. In questo caso si tratta di alcuni pub e locali che hanno aderito a “Piacenza Suona Jazz!”, una rassegna nella rassegna ormai alla sua quarta edizione. Martedì 6 marzo alle 21.30 sarà il quartetto di nuova composizione (ma composto da musicisti molto rodati) che prende il nome di Places 4et a suonare al Baciccia Caffè letterario, mentre giovedì 8 marzo, sempre alle 21.30, sarà la volta della brava cantante e polistrumentista Ambra Lo Faro affiancata dal gruppo degli Stone Mokeys al Dubliners Irish Pub.

La rassegna alla sua quarta edizione, è resa possibile grazie ai gestori dei sette locali coinvolti, al fondamentale sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, oltre che della Camera di Commercio di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna.

Il primo concerto della settimana si tiene al Caffè letterario Baciccia. Daniele Ciuffreda guida il suo trio che vede oltre a lui alla chitarra anche Alberto Marsico all’organo e Daniele Pavignano alla batteria, attraverso composizioni originali, tratte dal nuovo album “Out On The Ninth Day” di prossima uscita, che vedrà come special guest il trombettista Fabrizio Bosso.

Swing travolgente, groove intenso, Blues unito alla consueta voglia di rendere omaggio alle songs più celebri della tradizione Jazz, sono gli ingredienti di un progetto che è un eccellente manifesto del Jazz italiano. Nel 2014 dopo aver conseguito la Laurea Triennale in Chitarra Jazz presso il Conservatorio di Torino, Ciuffreda si è trasferito a Londra, dove ha frequentato la “Guildhall School of Music e Drama”, conseguendo il Master in Jazz Performance nel 2015. Le formazioni con cui collabora o di cui è leader lo hanno portato a suonare in Italia, Regno Unito, Austria, Scozia e Bulgaria, avendo la fortuna di esibirsi tra gli altri al Festival Jazz di Torino, Break in Jazz, EFG London Jazz Festival, Ronnie Scott’s e Birmingham Symphony Hall.

Il secondo concerto della settimana si tiene al centrale Dubliners Irish Pub e vede Ambra Lo Faro impegnata in un progetto di fresca formazione con Alessandro Abbatiello. Il concetto da cui i due sono partiti è che il jazz non si basa solo sui cosiddetti standard, ma è molto di più. Il progetto nasce, infatti, con l’idea di fare del Funky di gusto, dove groove e Rhythm and Blues sono davvero evidenti ma con un’attenzione particolare per il Jazz e l’improvvisazione, alla base del background artistico di tutti i componenti.

E’ così che nasce Stone Monkey, un concentrato adrenalinico di Funky, Soul e R&B, da Aretha Franklin, a James Brown, fino alle atmosfere del primo Stevie Wonder. Una serata adatta a chi vuole divertirsi sul groove di una band di talento, perfetto connubio fra divertimento e qualità. Gli altri componenti della band sono Marco Devito alla chitarra elettrica, Marcello Ferrari al basso elettrico e Lorenzo Crespi alla batteria.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.