PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al Garilli Pro Piacenza beffato all’ultimo dal Gavorrano (1-2)

Più informazioni su

Pro Piacenza – Gavorrano 1-2

Pro Piacenza: Gori, Cavagna, Paramatti, Aspas, Alessandro, Barba (25’st La Vigna), Ricci, Musetti (29’st Messina), Abate, Battistini, Belotti. All. Sig. Pea. (A disp. Bertozzi, Cuccato, Calandra, Belfasti, Starita, Frick).
Gavorrano: Falcone, Ropolo, Marchetti, Moscati (35’st Barbuti), Damonte, Brega, Remedi, Favale (33’st Malotti), Mori, Gemignani, Vitiello. All. Sig. Favarin. (A disp. Pagnini, Luciani, Bruni, Borghini, Maistro, Papini, Reymond).
Arbitro: Sig. Camplone di Pescara (Marinenza-Ruggeri).
Reti: 27’st Musetti, 39’st Remedi, 50’st Damonte
Ammoniti: 42’pt Marchetti, 15’st Ricci, 38’st Battistini, 49’st Aspas
Angoli: 5-3
Recupero: 0-4

IL COMMENTO di Luigi Carini

Quella col Gavorrano era la partita più importante della stagione. Ebbene, il Pro Piacenza la manca clamorosamente giocando la peggiore partita della stagione.

Una squadra francamente inguardabile.

Una prestazione che deve (e che indurrà) a severe riflessioni.

Vale la pena fare sforzi economici di notevole importanza per avere simili spettacoli? La risposta è decisamente negativa.

Eppure la partita, per il Pro si era messa nel verso giusto andando in vantaggio sull’unica cosa positiva vista in 94’, ovvero la sciabolata di Musetti che aveva dato il vantaggio a circa 20’ dal termine.

Imperdonabile, poi, l’errore di La Vigna che non riesce a raddoppiare qualche minuto dopo non trovando la porta a pochi centimetri dalla riga bianca.

Si potrà obiettare che Pea ha tardato ad operare cambi necessari, che avrebbe dovuto cambiare modulo tattico in difesa del risultato e tante altre obbiezioni tecniche, ma, a nostro avviso, quando in campo si hanno certi atteggiamenti di sufficienza, quando non si corre e non si gioca con determinazione, affiorano limiti tecnici impressionanti ed ogni disquisizione tattica lascia il tempo che trova.

Eppure, si obietterà, questa squadra solo un mese fa col Livorno aveva giocato un ottimo calcio ed una gran bella partita.

Cosa sia successo nel frattempo è davvero inspiegabile. Più che alla polemica crediamo abbia tragicamente (calcisticamente parlando) influito l’arrivo della primavera che ha esaurito le energie fisiche ed annebbiato le idee.

La situazione attuale per il Pro Piacenza è notevolmente peggiorata ma non compromessa.

Sabato 21 aprile c’è il derby col Piacenza. Chissà se il fattore campanilismo saprà risvegliare antichi valori in casa rossonera.

Il Pro di oggi sta andando verso l’ultima spiaggia, ogni appiglio può essere buono per evitare il peggio.

LA CRONACA

Incredibile al Garilli: Pro Piacenza beffato dal Gavorrano, che vince la partita con il secondo gol di Damonte.

Prima vittoria esterna per la squadra di Favarin che sale a 33 punti, a -2 dai rossoneri di Pea, alla quinta sconfitta consecutiva
Nel prossimo turno il Pro Piacenza giocherà il derby qui al “Garilli” contro i cugini del Piacenza. Gavorrano che, invece, ospiterà l’Alessandria.

Ma il vantaggio dei rossoneri dura poco, all’84’ Remedi del Gavorrano rimette in parità la partita.

Finalmente il Pro Piacenza riesce a concretizzare: al 72′ Musetti mette a segno di destro. Un tiro veramente angolato che causa, però, un infortunio al giocatore che abbandona la partita.

La ripresa vede gli ospiti imprimere una maggiore vivacità di gioco, tocca al rossonero Danilo Alessandro tentare di sbloccare la partita. Il Pro Piacenza sfiora il goal al 56′.

Il secondo tempo inizia con un’occasione per il Gavorrano: al 48′ cross di Brega che non va a segno.

Finisce senza recupero un primo tempo senza emozioni. Per il momento allo stadio Garilli vince la noia.

Al 42′ primo giallo per il difensore del Gavorrano Domenico Marchetti.

Al 39′ Ancora a reti inviolate la partita tra i rossoneri e gli ospiti allo stadio Garilli a Piacenza. Sul finire del primo tempo sono i padroni di casa a sfiorare il goal, con Giacomo Ricci.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.