PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coloberti (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco) e il gusto ritrovato della vittoria

L’Allievo cremasco ha dominato la gara di Camignone con un’azione solitaria ed è tornato sul gradino più alto del podio che gli mancava dalla categoria Giovanissimi. L’agenda degli appuntamenti della domenica in sella

CARPANETO (PIACENZA), 14 APRILE 2018 – Il gusto della vittoria gli mancava dalla categoria Giovanissimi, visto che nel biennio di Esordienti sono arrivati piazzamenti. Nel mirino c’era il primo successo da Allievo, categoria che affronta per il secondo anno. Mettere in fila tutti era dunque un desiderio cullato da tempo e per realizzarlo Gabriele Coloberti ha pensato bene di non essere banale.

Domenica scorsa, infatti, il portacolori dell’Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco ha dominato la gara Allievi di Camignone (Brescia) con un’azione solitaria che gli ha regalato il gradino più alto di un podio tutto a tinte Otelli, visto che lo sprint per la piazza d’onore ha visto prevalere Francesco Calì davanti all’altra freccia Giosuè Epis.

La foto sulla finish line racconta bene i sentimenti di Coloberti, cremasco di Romanengo e al secondo anno all’Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco: emozione, felicità e quasi stupore, come a dire “mamma cosa ho fatto”.

E ce lo facciamo raccontare da lui quel che ha fatto. “Sono partito al penultimo giro, poi ho fatto l’ultima tornata davanti da solo, per circa quindici chilometri in fuga solitaria. Mi mancava il gusto della vittoria, l’ultima risaliva alla categoria Giovanissimi, e mi fa piacere la tripletta di squadra: andiamo tutti d’accordo, ci aiutiamo a vicenda. In questi due anni all’Otelli mi sto trovando molto bene e sento di essere migliorato tanto”.

Una formazione, quella del ds Saverio Resinelli, che sta letteralmente dominando questo inizio di stagione in categoria, con un tre su tre contando i precedenti successi sempre in terra bresciana (Ghedi e Lodetto di Rovato) di Giosuè Epis.

Classe 2002, Coloberti è cresciuto nell’Imbalplast Soncino, correndo nei Giovanissimi e negli Esordienti, e come caratteristiche si vede meglio come scalatore e passista. Cuore, ma anche razionalità, come emerge quando gli si chiede chi è il modello di corridore. Non un nome di petto, ma tre, frutto probabilmente di una certa attenzione e sensibilità ai particolari. “Tra i giovani Consonni, poi Maika e Sagan”.

LA DOMENICA IN SELLA – Quattro regioni in una domenica. Saranno Lombardia, Veneto, Liguria ed Emilia Romagna le regioni che vedranno impegnata l’Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco Baiocchi Cadeo Carpaneto. Doppio fronte per la formazione Juniores (plurima), che si sdoppierà tra l’Internazionale di Loano (al via Alex Raimondi, Matteo Tarolla, Luca Rizzi e Andrea Luca Giuliani) e Correzzana, dove correrà invece il resto della formazione. Quest’ultima località brianzola vedrà al via anche la formazione Allievi dell’Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco, mentre gli Esordienti bresciani saranno di scena a San Pietro in Cariano (Verona).

Domenica “a chilometro zero”, invece, per il Cadeo Carpaneto, impegnato con tutto lo staff a dar man forte all’organizzazione della Gran Fondo Giancarlo Perini a Carpaneto, non disdegnando qualche pedalata dei più giovani.

Nella foto Rodella, l’arrivo vittorioso dell’Allievo Gabriele Coloberti (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco) a Camignone

Ufficio stampa Cadeo Carpaneto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.