PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Universi

Torna “Mettiti nei miei panni” in Cattolica. Un’esperienza da vivere

Torna anche all’Università Cattolica di Piacenza “Mettiti nei miei panni“, l’evento in programma il prossimo 17 aprile 2018 dalle ore 9 alle 16 nella sede di via Emilia Parmense. Sono i redattori di “Universi” Hassan e Chiara – che hanno partecipato all’edizione del 2017 – a introdurci nell’iniziativa. Che – inutile spiegarlo – è assolutamente da non perdere.

“Alla Cattolica, nella sedi di Milano e Piacenza, da qualche anno si tiene l’evento “Mettiti nei miei panni”, organizzato dal Servizio Integrazione degli studenti con disabilità. Si tratta delle difficoltà e degli ostacoli che gli studenti diversamente abili possono trovare al’interno della sede universitaria. Nel corso dell’evento dei volontari faranno mettere alla prova i partecipanti, fornendo loro gli ausili utilizzati dalle persone disabili: faranno percorrere loro i corridoi, utilizzare i servizi igienici ecc. Noi della redazione Universi abbiamo partecipato alla scorsa edizione, abbiamo visto le difficoltà incontrate, che variano a seconda della patologia; abbiamo intervistato qualche studente milanese e pubblicato due articoli nella primavera del 2017″. (Hassan Haidane)

Quest’anno torna l’iniziativa del Servizio integrazione studenti con disabilità e studenti con DSA dell’Università Cattolica di Piacenza per sensibilizzare le persone normodotate sia dell’università che della città di Piacenza nei confronti di chi è soggetto a disabilità motoria, visiva o uditiva. Il 17 aprile 2018 si svolgerà la 2° edizione di Mettiti nei miei Panni, che l’anno scorso ha registrato una buona adesione di giovani pronti a mettersi in gioco vestendo per qualche minuto i panni di coetanei disabili.

Partendo non più dall’atrio ma dalla piazzetta di Economia, saranno effettuati brevi percorsi in carrozzina o a occhi coperti guidati da tutor disabili e da volontari per “vivere” direttamente l’esperienza di chi, spesso fin dalla nascita, ha un deficit che lo rende diverso dagli altri ragazzi e a volte lo esclude dalla vita sociale e dal lavoro. Questa iniziativa non può certo cambiare la condizione delle persone con disabilità, ma può avvicinare a loro chi è normale e in genere mostra imbarazzo o difficoltà a immedesimarsi in uno stato così distante dal proprio.

Spero che la parola empatia, così utilizzata sia nei discorsi ufficiali che nelle lezioni scolastiche e universitarie, non sia solo un termine astratto, ma abbia una realizzazione pratica martedì 17 aprile dalle 9 alle 16. La redazione di “Universi” accoglierà volentieri tutti quelli che si vorranno “mettere nei panni” di chi come noi ha una vita pesante e spesso solitaria, ma ha anche molte gioie che scaturiscono dal contatto con gli altri. (Chiara Ruggeri)

LA COMUNICAZIONE dal sito dell’Università Cattolica – Mettiti nei miei panni è l’invito che gli studenti con disabilità dell’Università Cattolica del Sacro Cuore rivolgono a tutta la popolazione universitaria dello ateneo. Il progetto, che negli anni ha riscontrato grande interesse e partecipazione, si propone di sensibilizzare il mondo accademico (studenti, docenti e personale tecnico amministrativo) sulle tematiche della disabilità per promuovere e valorizzare il processo di inclusione degli studenti con disabilità attraverso lo sviluppo di una coscienza civile attiva e consapevole.

L’intervento di formazione si propone di offrire spunti di riflessione ed elaborazione critica attivando un coinvolgimento emotivo, possibile fonte di stimolo per la rielaborazione, a posteriori, dell’auspicata riflessione critica circa i temi dell’inclusione.

Referente Informazioni: Servizio Integrazione studenti con disabilità e studenti con DSA
Recapito telefonico: Tel. 0523 599148
E-mail: segreteria.disabili-pc@unicatt.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.