PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una cena multietnica chiude il Laboratorio Mondialità Consapevole

La quinta edizione del Laboratorio Mondialità Consapevole si è conclusa, ma per tutti gli interessati a fare un ultimo giro del mondo attraverso la cucina sarà possibile gustare piatti di cucina etnica con verdura di stagione presso l’Azienda agricola Campo Lunare di Gerbido di Mortizza (strada Nizzolaro, 107) il 26 maggio.

Prezzo 15 euro tutto compreso. Per l’occasione ci sarà anche la possibilità di ascoltare musica de Le Sette Sorelle feat. Antar Mohammed, autore nato a Mogadiscio nel terzo anniversario dell’indipendenza somala. Cresciuto sotto il regime di Siad Barre, vive in Italia dal 1983, dove ha studiato, scritto, recitato, mediato conflitti, tradotto e insegnato. Nel 2012 ha pubblicato per Einaudi Timira (con Wu Ming 2). Un reading teatrale è stato organizzato con alcuni ragazzi del progetto rAccolti, una piccola comunità di giovani agricoltori italiani e stranieri che vivono e lavorano insieme a Cadeo, un progetto della Caritas diocesana di Piacenza-Bobbio, con il contributo di Fondi CEI 8 per mille.

Un esperimento culinario, un connubio di sapori e tradizioni, piacentina e del resto del mondo, tipico anche della filosofia alla base del Laboratorio. L’incontro prevede oltre alla cena multietnica la consegna degli attestati ai partecipanti al corso. Per potere organizzare al meglio la serata è importante comunicare la propria adesione, nonché le eventuali esigenze di trasporto, al numero 3898370172 o a formazione.permanente-pc@unicatt.it.

Il Laboratorio di Mondialità Consapevole (LMC), di cui fanno parte Università Cattolica di Piacenza, Caritas Diocesana, SVEP, Associazione Piccolo Mondo, costituitosi come sezione del Laboratorio di Economia Locale dell’Università Cattolica di Piacenza, è un’iniziativa di ricerca e formazione sui temi della mondialità. Il corso intende offrire una spazio dedicato a operatori e organizzazioni di volontariato internazionale per costruire momenti comuni di approfondimento, ma propone anche un itinerario di formazione articolato a singoli cittadini interessati alle problematiche connesse alla mondialità: giustizia, finanza, cooperazione, conflitti, relazioni internazionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.