PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Società italiana con sede in Romania, la Finanza: “Evasa Iva per 2,7 milioni”

Società italiana con sede operativa in Romania accusata di omessa dichiarazione di ricavi per circa 7 milioni di euro e di evasione dell’Iva per oltre 2,7 milioni.

L’attività di indagine è stata condotta dalle Fiamme Gialle di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza). L’azienda, attiva nel settore dei trasporti, aveva dichiarato la propria sede in Romania, dove – spiegano gli inquirenti – la legislazione fiscale è particolarmente favorevole; in realtà operava regolarmente in territorio italiano ed era gestita e diretta solo da cittadini italiani.

Un escamotage grazie al quale la società avrebbe omesso, per anni, di dichiarare i propri proventi all’erario italiano. Complessivamente la Guardia di Finanza ha rilevato l’omessa dichiarazione di ricavi per circa 7 milioni di euro ed una evasione dell’Iva per oltre 2,7 milioni di euro.

“Questo – spiegano le Fiamme Gialle – è il risultato conseguito dopo approfondite investigazioni, condotte anche mediante l’attivazione dei canali di collaborazione internazionale, che hanno consentito di dimostrare come la verificata fosse una società “estero vestita”.  Il termine “esterovestizione” definisce una pratica attraverso la quale società di fatto residenti nel territorio nazionale dichiarano fittiziamente di avere la sede all’estero per poter usufruire di un regime fiscale e, nel caso specifico, anche previdenziale, molto più vantaggiosi”.

L’elevata somma delle imposte evase hanno fatto scattare, a carico dell’amministratore, la denuncia all’Autorità Giudiziaria per il reato di omessa dichiarazione, finalizzata all’evasione delle imposte sui redditi e dell’Iva, con contestuale richiesta di sequestro di beni e valori “per equivalente” fino alla concorrenza delle imposte evase.

“Continua senza sosta – evidenziano dal comando provinciale – l’azione di controllo della Guardia di Finanza a contrasto dell’economia sommersa, dell’evasione e delle frodi fiscali, che producono effetti negativi per l’economia ed ostacola la normale concorrenza fra imprese, a danno delle risorse economiche dello Stato e degli imprenditori onesti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.