PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

F&P Wine Group si presenta, “I nostri vini frizzanti alla conquista dell’estero”

Le famiglie Ferrari e Perini presentano il nuovo marchio F&p Wine Group, nato per racchiudere tutte le realtà che fanno parte dell’azienda vitivinicola di Piacenza.

Il Poggiarello, Perini & Perini, Costa Binelli, Borgofulvia e 4 Valli, saranno rappresentate dal nuovo brand, presentato in questi giorni proprio nella tenuta Il Poggiarello, che simboleggia l’unione delle due famiglie, Ferrari e Perini, rappresentate dalle iniziali, seguite da Wine Group, scelta dovuta dalla presenza sempre più incisiva del marchio sul mercato estero, e per finire la dicitura “Piacenza dal 1882”, a ribadire origini e forte legame con il territorio.

Nuovo anche il colore aziendale: verde, come le campagne e le viti da cui tutto ha inizio.

F&P Wine Group è il marchio che raggruppa tutte le nostre aziende, una scelta fatta per essere meno dispersivi – spiega Massimo Perini, direttore marketing del gruppo – e presentarci al meglio sul mercato estero”.

“Nel 2006-2007 l’export rappresentava il 5% del nostro fatturato. Nel 2018 siamo arrivati al 55%, anche se siamo cresciuti molto anche in Italia, e per noi è importante mantenere un equilibrio tra i due mercati”.

“Noi vogliamo continuare a lavorare in Italia, ma per crescere era necessario fare qualcosa di diverso, andare in territori in cui era possibile poter promuovere la cultura del buon bere. Abbiamo iniziato con la Russia, la Cina, gli Stati Uniti, il Giappone, stiamo andando avanti non ci poniamo limiti. Certo, salvaguardando la qualità”.

Quali sono i punti di forza di F&P Wine Group sul mercato estero? “L’affidabilità e il fatto di essere un’azienda privata che cresce attorno a una famiglia, questi per il cliente estero sono punti importanti. Diamo garanzie di affidabilità, appunto e di dinamicità: in questi anni ci siamo sviluppati molto sia in termini tecnologici che di uve utilizzate per i nostri vini, abbiamo seguito il mercato. Chi si rivolge a noi sa che non corre il rischio di restare senza prodotto o di non veder soddisfatte le proprie esigenze. Siamo partiti da una piccola realtà e ora siamo tra le prime 100 aziende in Italia. Inoltre, il fatto che l’azienda appartenga, appunto, a una famiglia è garanzia di stabilità. Un cliente cinese, addirittura, ha voluto sapere quanti, tra i nostri dipendenti, fossero sposati o meno. Questo dà l’idea di quanto l’aspetto familiare sia importante”.

Questo poi, è un momento felice per i vini piacentini in particolare, che possono contare, dice Massimo Perini sul loro tratto distintivo: quel frizzantino genuino che caratterizza ortrugo e gutturnio.

“Qualche anno fa ci siamo resi conto che questa era una nicchia da sviluppare. Noi nasciamo per fare queste cose e poi, tra i vini più venduti al mondo ci sono proprio lo champagne, il lambrusco e il prosecco. La nostra fortuna – conclude Perini – è poter fare qualcosa in più”.

Durante la serata sono stati premiati anche collaboratori e clienti affezionati: Franco Ilari (sostenitore d’oro), Carla Ferri (impiegata d’oro), Antonio Scala (cliente d’oro), Matteo Poggioli (lavoratore d’oro), Benvenuto Cerri (lavoratore d’oro).

IL COMUNICATO STAMPA UFFICIALE

Le famiglie Ferrari e Perini raggiungono un nuovo traguardo e presentano, nella suggestiva ed emozionante cornice del Poggiarello, sulle colline della Val Trebbia, il nuovo marchio aziendale: “F&P Wine Group”.

Elemento distintivo di questa nuova defnizione è la & che simboleggia grafcamente la lunga radice della vite ed è stata scelta per sottolineare la felice unione, che dura dal 1882, delle due famiglie piacentine oltre che il forte legame con la terra delle quattro valli.

L’Azienda è una realtà molto importante nel panorama vitivinicolo piacentino. Anche i numeri e i premi attribuiti da critici esperti lo confermano: oltre 200 ettari di vigneto, 8 milioni di bottiglie prodotte annualmente, un export in netta crescita soprattutto in Russia, Germania, Belgio, Stati Uniti e Spagna, il podio dei Decanter Asia Wine, premi al Berliner Wein Trophy 2018 e gli ulteriori importanti riconoscimenti in Italia.

“Il traguardo raggiunto con la presentazione del nuovo marchio ci rende orgogliosi del lavoro svolto in questi anni e del percorso di crescita intrapreso dalla nostra Azienda”, affermano i cugini Stefano, responsabile amministrativo, Paolo, responsabile produttivo, e Massimo Perini, responsabile commerciale: “Abbiamo scelto di celebrare questo nuovo obiettivo che guarda al futuro senza però dimenticare il passato. Perciò si è scelto di premiare, in questa particolare occasione, i clienti più affezionati e i collaboratori storici poiché, se siamo dove siamo, è anche grazie a loro che hanno dato un contributo strategico importante. Il mondo dell’enologia piacentina è in continua evoluzione e si sta sempre più affermando sia sui mercati nazionali che su quelli internazionali e noi vogliamo continuare a farne parte sempre di più dimostrandoci resilienti!”.

Le radici del gruppo risalgono all’incontro tra Achille Ferrari, falegname ed esperto bottaio, e Antonio Perini, giovane agricoltore e viticoltore della Val d’Arda, legati da una forte passione che si è poi trasformata in una vera e propria scelta di vita.

La tradizione è stata tramandata di generazione in generazione con sempre maggior impegno e professionalità, alla continua ricerca della tradizione abbinata all’innovazione.

L’azienda comprende oggi 5 grandi marchi, Il Poggiarello, Perini & Perini, Costa Binelli, Borgofulvia e 4 Valli oltre ad una “squadra” forte e coesa, come la kermesse presso Il Poggiarello ha dimostrato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.