PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Salvate i fondi del bando periferie” Passa la risoluzione in consiglio

Preservare i finanziamenti destinati a Piacenza del “Bando Periferie” per i progetti presentati entro il 31 dicembre 2018.

E’ il succo della risoluzione presentata dal consigliere comunale di Fratelli d’Italia Tommaso Foti e approvata dal consiglio comunale a grande maggioranza, dopo una lunga discussione che ha sforato i termini della seduta di lunedì 24 settembre.

A favore 28 consiglieri su 30 presenti, non hanno partecipato al voto solo i due esponenti del Movimento 5 Stelle.

La risoluzione, che chiede al Governo di modificare il differimento al 2020 dei fondi impegnati (per Piacenza circa 11 milioni di euro compresi i cofinanziamenti dei privati) nel bando periferie deciso nel Decreto Milleproroghe –  ha messo d’accordo gran parte dell’assemblea di Palazzo Mercanti.

Nonostante i dissensi più o meno manifesti nelle fila della Lega (i giovani per voce di Davide Garilli) e di Forza Italia (Mauro Saccardi in particolare), alla fine la maggioranza di centrodestra è rimasta compatta.

Il gruppo consigliare del Partito Democratico aveva presentato una mozione sullo stesso argomento, alla fine ritirata.

Il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri ha fatto un appello a tutti i consiglieri dallo spirito bipartisan: “Vorrei che i consiglieri ragionassero per il bene per la città, senza polemica politica. Voglio lavorare per il bene per la città, il che significa perseguire nè più nè meno l’oggetto della risoluzione”.

“Il nostro Comune è all’interno di Anci (l’Associazione Nazionale Comuni Italiani ndr) – ha ricordato la Barbieri – dove ci sono diverse componenti politiche. Responsabilmente ci stiamo attivando tutti all’interno dell’associazione perchè i comuni con i progetti esecutivi, in grado di presentarli entro una scadenza giusta, che a mio avviso è il 31 dicembre di quest’anno, debba avere la possibilità di ottenere i finanziamenti del bando periferie. Indipendentemente dalla parte politica dobbiamo fare qualcosa per la nostra città”.

“Dell’azione del Governo – ha proseguito – ho apprezzato il discorso di chiedere ai sindaci di essere responsabili. Non abbiamo mai nascosto alcune perplessità su alcuni progetti che abbiamo ereditato, legati al bando periferie, come ad esempio la destinazione assegnata dalla precedente amministrazione alla palazzina del Berzolla”.

“Non stiamo giocando a carte – ha sottolineato – ma stiamo portando avanti progetti concreti per dare le soluzioni migliori al nostro territorio. Se non riuscissimo a garantire questa progettualità non avremmo la possibilità di ottenere questi fondi del bando periferie”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.