PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Bedonia una settimana dedicata al dialogo interreligioso e all’inclusione sociale

Più informazioni su

ACCOGLIENZA, DIALOGO E INCLUSIONE SOCIALE: DALL’EUROPA PER CONOSCERE LE ESPERIENZE DEL NOSTRO TERRITORIO – La nota stampa

Dall’8 al 14 ottobre 2018 il Gal del Ducato, l’agenzia di sviluppo locale dell’Appennino parmense e piacentino, ospita presso il Seminario di Bedonia rappresentanti di diverse organizzazioni a carattere confessionale da Romania, Grecia, Norvegia e Bulgaria per il primo dei quattro momenti d’incontro residenziali di una settimana di scambio e confronto, previsti nell’ambito di Strapac – STRAtegic PArtnership for representatives of religious Communities.

Conoscenza reciproca, dialogo interculturale, ecumenico e interreligioso, lotta all’esclusione sociale sono gli ingredienti di questa iniziativa finanziata dall’Unione europea attraverso il Programma ERASMUS + – Azione KA2 che coinvolge rappresentanti di diverse comunità religiose e confessionali, provenienti da regioni rurali e da aree urbane marginali d’Europa, a supporto delle persone a maggior rischio di esclusione sociale.

Il corso a carattere internazionale, organizzato dal Gal del Ducato partner italiano dell’iniziativa, e ospitato nel nostro territorio è uno dei momenti forti del progetto.

Numerosi sono gli enti parmensi e piacentini che hanno aderito all’iniziativa, a partire dalla Diocesi di Piacenza e Bobbio che vedrà coinvolti, oltre a diversi sacerdoti, il Seminario Vescovile di Bedonia, la Caritas e l’Ufficio Beni Culturali, l’Associazione “La Ricerca” e il Centro “Don Zermani”, i Centri di Servizio per il Volontariato Svep di Piacenza e Forum Solidarietà di Parma, Confcooperative Piacenza con Federsolidarietà, il Consorzio “Sol.Co” e la Cooperativa Sociale “L’Ippogrifo”, la Comunità Ortodossa Romena di San Daniele di Piacenza e il Caseificio “Porcari & Tambini” di Bedonia.

Promotori di Strapac sono 5 organizzazioni complementari tra loro, con un profilo e un’esperienza necessaria ad affrontare con successo tutti gli aspetti richiesti dal progetto europeo. Il soggetto capofila è il Centro per il dialogo tra scienze e teologia dell’Università di Craiova (Romania) che opera in collaborazione con due agenzie di sviluppo locale, la bulgara Fondatsiya za regionalno razvitie (Fondazione per lo Sviluppo Regionale) e il nostro Gal del Ducato, e due università riconosciute a livello internazionale come l’Università Aristotele di Salonicco (Grecia) e l’MF – Scuola norvegese di teologia, di Oslo.

L’obiettivo è quello di creare una rete in Europa “dal basso” di rappresentanti di comunità di diverso credo religioso e confessionale (Ortodossi, Luterani, Apostolici, Evangelici, Valdesi, Cattolici, Musulmani ecc.) che operano nella lotta all’emarginazione sociale per aumentarne le capacità di intervento, offrire aiuto e intessere un dialogo dal momento che sempre più spesso chi è nel bisogno si trova in contesti religiosi differenti rispetto a quelli delle proprie origini, nonché rafforzare la cooperazione tra le organizzazioni partecipanti attraverso uno scambio di esperienze e buone pratiche.

Per conoscere più da vicino l’attività di Strapac potete seguire il progetto su:
www.strapac.eu
galdelducato.it/strapac/
www.facebook.com/STRAPAC.EU
www.twitter.com/STRAPAC_EU

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.