PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fanzini ancora oro, domina Boretto e conquista il secondo mondiale

Il piacentino Claudio Fanzini domina la gara di Boretto Po e si laurea ancora campione del Mondiale di Motonautica F/250.

Un altro primo gradino del podio per il pilota caorsano di Monticelli d’Ongina (Piacenza) della Effeci Racing Team, che replica il successo dello scorso anno. Una medaglia che va ad aggiungersi alle altre prestigiose e recenti conquiste, ovvero il titolo di campione europeo e il mondiale di motonautica categoria 350.

Il secondo posto spetta all’ungherese Peter Bodor (49 punti), mentre il cremonese del Circolo Nautico Chiavenna, Andrea Ongari, ha appeso al collo la medaglia di bronzo (40 punti).

In testa sempre Fanzini, che ha vinto entrambe le manche disputate domenica 14 ottobre (non è stato possibile svolgere la prima a causa delle condizioni del fiume Po), nella terza e ultima tappa del Gran Premio, in corso a Boretto Po (provincia di Reggio Emilia), dove ha raccolto un totale di ben 60 punti.

Un gran finale per una stagione dove ha ceduto il passo solo in due manche, e che lo ha visto vincitore in tutte le competizioni disputate. Per il pilota della Bassa è il quarto titolo mondiale della carriera.

Effeci racing Team

Il portacolori dell’Effeci Racing Team non è l’unico piacentino ad aver raggiunto il podio nel fine settimana; sul terzo gradino della gara è infatti salito il campione Alex Cremona, (nella foto sottostante) soddisfatto del traguardo ottenuto: ““Il terzo posto finale ci ha dato buone indicazioni sul lavoro svolto negli ultimi tempi, siamo vicini ai piloti più veloci”

Mondiale motonautica 250

“E’ un buon risultato – commenta Cremona -;  a Boretto siamo stati vicini a dei piloti che hanno fatto tutta la stagione, quindi competitivi e a caccia del podio come Fanzini e l’ungherese Bodor, mentre io invece venivo da alcuni mesi di stop per impegni lavorativi. Essere riuscito, in questo contesto, a stare davanti a Andrea Ongari, Matteo Gandolfi e Marco Malaspina che andavano molto forte è stato molto importante. Il risultato ottenuto mi fa ben sperare per la prossima stagione – conclude – e con il mio team ci metteremo immediatamente all’opera per migliorare e per arrivare il più possibile vicino alle prestazioni di Fanzini che va forte, ma crediamo che con il lavoro si possa raggiungerlo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.