PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Logistica piacentina, ridefinire regole di sicurezza e modalità di gestione”

“Il settore della logistica ha un impatto importante sul nostro territorio, ma necessita di maggiori servizi e controlli. Bisogna ridefinire le regole di sicurezza e gestione”.

Parla chiaro il presidente di Confapi Industria Piacenza Cristian Camisa dopo i controlli che hanno visto impegnata la Polizia Municipale per un’intera giornata nella zona delle Mose: il risultato è stato una raffica di sanzioni a otto camion ispezionati su dieci, sanzioni comminate ad autisti non in regola con le norme sull’obbligo di riposo giornaliero o alla guida di tir con gravi lacune tecniche.

“La notizia dei controlli effettuati sui mezzi pesanti nella zona delle Mose dalla Polizia Municipale alla quale vanno i complimenti unitamente al lavoro quotidiano della Polizia Stradale, riporta alla ribalta un tema importante e da tempo troppo trascurato relativo alla situazione della logistica piacentina – ha spiegato il presidente Camisa – il settore della logistica ha un peso e un impatto importante sul nostro territorio, ma necessita di servizi e controlli adeguati: penso ad esempio al problema della prostituzione, a parcheggi custoditi e servizi igienici in ottemperanza alle direttive europee applicate per la sosta lunga. In pratica bisogna ridefinire le regole di sicurezza e gestione”.

Per farlo Confapi Industria Piacenza, anche sulla scia di quanto già discusso e condiviso in precedenti protocolli, lancia la proposta di un tavolo permanente immediato composto da Prefettura, Comune, Forze dell’ordine e aziende inerenti le problematiche di sicurezza, gestione e sviluppo dell’area.

“Riteniamo sia importante ragionare su un piano complessivo affinchè gli operatori virtuosi di questo settore abbiano le garanzie e le tutele necessarie per lavorare nelle condizioni migliori come altre realtà nel territorio hanno perseguito per prime – aggiunge Camisa- occorre dunque andare verso una ridefinizione delle regole di sicurezza e gestione del polo logistico: le sanzioni erogate anche nella giornata di ieri dimostrano infatti che esiste una situazione critica da affrontare tempestivamente in modo da permettere alle aziende sane di non subire una concorrenza sleale nell’interesse di tutto il territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.