PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni per il consiglio provinciale, Barbieri: “10 febbraio prima data utile” foto

Primo consiglio provinciale riunito sotto la presidenza di Patrizia Barbieri a Palazzo Garibaldi.

Il sindaco di Piacenza ha annunciato che la data più probabile per le elezioni secondarie (votano solo gli eletti come nel caso del presidente) per il rinnovo dell’assemblea – mentre il 31 ottobre si era votato per il presidente – a Palazzo Garibaldi è quella del 10 febbraio.

“La priorità del mio mandato – ha precisato Barbieri – è innanzitutto quella di dare risposte viabilistiche ai comuni perchè una delle emergenze è quella dei lavori pubblici, e poi dare quella risposta di sussidiarietà nei servizi soprattutto ai comuni piccoli, che hanno bisogno di un ente provinciale efficiente.

La riforma Delrio aveva svuotato le Province, invece noi abbiamo bisogno che all’ente siano conferite ancora le funzioni di un tempo e c’è bisogno di risorse, questa è la casa dei comuni e dobbiamo lavorare insieme per dare le risposte che i cittadini attendono”.

Quanto alle elezioni per il rinnovo del consiglio di Palazzo Garibaldi saranno celebrate alla “prima data utile”. “Abbiamo visto che è quella del 10 febbraio – ha specificato Barbieri – per dare tempo a tutti di fare le valutazioni per la presentazione delle liste e i rispettivi adempimenti”.

LA DISCUSSIONE – “Finalmente un presidente della Provincia donna, e che donna. Sicuramente saprà, grazie alla sua professionalità, guidare l’amministrazione provinciale, sopportata dalle competenze del personale dell’ente” – dice Paola Galvani, che ringrazia per il lavoro svolto anche l’ex presidente Rolleri.

“Buon lavoro” è l’augurio rivolto da Luca Quintavalla, consigliere di opposizione. “Siamo pronti a collaborare al di là dei colori politici, per il tempo che questo consiglio resterà in carica. La Provincia e la casa dei Comuni, lavoriamo per il bene del territorio. Noi riconosciamo pienamente Barbieri come presidente, non sono state elezioni farsa, ma si sono svolte come prevede la legge Delrio”.

“Mi congratulo con Patrizia Barbieri per l’importante ruolo che è stato attribuito” – interviene Patrizia Calza. ‘Da parte nostra ci sarà collaborazione, spero che la presidente Barbieri condivida il nostro auspicio che si rimetta mano alla legge Delrio”.

“Grazie ai consiglieri del centro sinistra che in questi anni hanno dovuto inquadrare il nuovo ruolo assunto dalla Provincia, alla luce della nuova normativa” – afferma Matteo Lunni. “La competenza e il doppio ruolo della presidente sicuramente la renderanno in grado di svolgere il nuovo ruolo in modo efficace. L’auspicio è di saper riportare questo ente, dopo la fase di transizione, a rimettere la palla in porta. Non solo un collettore di Comuni, ma una guida per loro”.

“Immagino questa aula come la casa dei sindaci, mi auguro che si continui in questa maniera, grazie all’impegno profuso nel passato. Faccio i complimenti al presidente Barbieri, perché la ritengo una persona capace. Sono disposto a collaborare e metto a disposizione le mie competenze” – le parole di Alessandro Piva.

“LAVORIAMO INSIEME” – “In questo periodo – l’intervento in aula di Barbieri – non ho distribuito deleghe non per accentrare, ma per capire meglio lo stato dell’arte di questo ente, Per questo motivo ringrazio il presidente Rolleri, la vice Calza è tutti i consiglieri. Di lavoro ne è stato fatto e tanto”.

“Conoscevo già il ruolo della Provincia, ma essere amministratore dopo la riforma Delrio è un atto eroico. Sono d’accordo con Patrizia Calza, la legge va modificata. È vero che si fa con spirito di servizio, ma proprio per questo la Provincia è davvero la casa dei Comuni”.

“Senza i sindaci non è possibile svolgere questo ruolo: vanno coinvolti nella progettualità dell’ente. Il merito della Provincia di Piacenza va riconosciuto a una classe dirigente che è sempre stata vicina alle esigenze dei sindaci, una caratteristica di tutte le amministrazioni che si sono succedute nell’era pre Delrio”.

“Grazie della vostra disponibilità a collaborare – ha concluso -, questo ente si basa sulle competenze di tutti. Voglio ribadire che con il presidente Rolleri e i consiglieri e stato fatto un buon lavoro. Lavoriamo insieme”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.