PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Promuovere la cultura “anti azzardo”, fino a 4mila euro per gli esercizi commerciali

Fino a 4mila euro dalla Regione per gli esercizi slot-free di Piacenza.  Un nuovo progetto approvato e finanziato con un corrispettivo importo di 20mila euro dalla Regione Emilia-Romagna per valorizzare gli esercizi commerciali senza slot  machines, già in essere (attualmente se ne contano trentotto) e che si approcciano a questa filosofia.

Un supporto fornito per mezzo di contributi (fino ad un massimo di 4mila euro) che consentano azioni in grado di dare visibilità e garantire un forte impatto sull’opinione pubblica delle buone pratiche anti gioco d’azzardo della città.

Piacenza sul tema è sempre stata all’avanguardia, riservando un’attenzione particolare alla sensibilizzazione, alla prevenzione e al contrasto del gioco d’azzardo patologico, fenomeno dalle gravi ripercussioni sul piano dei costi sociali nonché diseducativo e, ancora peggio, dalle forti possibili ripercussioni sulla salute degli individui.

Un elemento di grande rilievo per il controllo e il contrasto del fenomeno è la mappatura della localizzazione delle sale gioco, rispetto ai luoghi sensibili individuati e le ingiunzioni ai gestori ad adeguarsi ai dettami della normativa regionale.

“Oggi possiamo dire ad esempio che il centro storico cittadino è diventato ormai quasi interamente Slot-free – ha sottolineato Luca Zandonella, assessore alla sicurezza del Comune -; riteniamo infatti che la modalità più efficace per coinvolgere nuovi esercizi e mantenere alta la sensibilizzazione della comunità locale, sia quella basata su una sorta di lavoro ‘peer to peer’ che rappresenti una forma di contagio virtuoso”.

Grazie al bando pubblico gli esercizi che aderiscono al marchio “Slot free” Emilia Romagna o che faranno richiesta entro la scadenza fissata per il 27 novembre 2018, potranno presentare progetti per iniziative tese alla sensibilizzazione e all’informazione, quali attività di carattere culturale e aggregativo o azioni che partendo dalla valorizzazione e dal sostegno dei locali slot-free, puntino al coinvolgimento della comunità piacentina.

Verrà quindi stilata una graduatoria sulla base di criteri di qualità, innovatività e fattibilità delle proposte presentate. Anche gli esercizi che non otterranno contributi, verranno comunque coinvolti attivamente nella campagna no-slot.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.