PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castello, rubato defibrillatore all’oratorio: “Atto di idiozia, riportatelo”

Un furto davvero odioso quello messo a segno da ignoti che a Castelsangiovanni (Piacenza) si sono impadroniti del defibrillatore all’interno dell’oratorio parrocchiale di via Gazzotti.

“Un atto di estrema inciviltà, di idiozia, che lede l’intera comunità” – definisce senza mezzi termini l’accaduto Daniela Aschieri, presidente di Progetto Vita che da anni si spende a favore della “cardioprotezione”.

“Il DAE – prosegue – è uno strumento salvavita: rubarlo può fare davvero male a qualcuno. Se una persona è in arresto cardiaco, questo strumento è infatti l’unica terapia possibile per strapparla dalla morte”.

Tutti i defibrillatori sono tracciati e hanno un identificativo che è necessario fornire quando si cambiano le parti consumabili (piastre e batteria). In altre parole, con un defibrillatore rubato si va poco lontani. Il furto è già stato denunciato ai carabinieri.

Che si tratti di un furto fine a se stesso o di un vandalismo, l’appello di Progetto Vita è uno solo: “Riportate il defibrillatore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.