PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Dimensione Teenager”, a Bologna presentata l’esperienza di Piacenza

Si è concluso con successo il progetto regionale “Dimensione Teenager”, un percorso partecipato costruito con ragazzi dagli 11 ai 19 anni delle scuole dell’Emilia-Romagna che, in qualità di ricercatori sociali, hanno predisposto e messo a punto un questionario per dare voce ai preadolescenti ed agli adolescenti.

La Provincia di Piacenza ha partecipato attivamente insieme a diverse scuole secondarie di II grado: 3 studentesse del Liceo Colombini, coordinate dalla Prof.ssa Silvana Ferrari hanno predisposto il questionario che poi è stato poi somministrato dall’Amministrazione provinciale agli studenti delle scuole di: Istituto Comprensivo di Bobbio, I.S.I.I. Marconi, Istituto tecnico “G.D. Romagnosi”, Istituto Casali,l Polo Volta e agli studenti del Colombini stesso e agli studenti degli Enti di formazione professionale E.N.A.I.P. e Don Orione.

L’obiettivo era quello di individuare i bisogni dei ragazzi in età adolescenziale, in vista dell’approvazione del piano regionale pluriennale dell’adolescenza 2018-2020, in modo che potesse meglio rispondere alle loro necessità.

I risultati del progetto sono stati illustrati recentemente a Bologna in occasione della presentazione del Piano regionale per l’adolescenza 2018-2020. Tale piano, costruito assieme ai territori della Regione, infatti, si rivolge a tutti i soggetti che si occupano di adolescenti – famiglie, scuola, servizi sociali, associazionismo sociale e sportivo, volontariato e aziende sanitarie – per realizzare interventi concreti dedicati ai ragazzi di questa fascia di età.

Gli obiettivi sono quelli di promuovere, tra i più giovani, benessere, socializzazione, opportunità di crescita, protagonismo sociale e stili di vita sani, come elementi di contrasto al disagio e all’isolamento. Prevenire e ridurre l’abbandono scolastico, la dipendenza da sostanze e gioco d’azzardo e contrastare il bullismo, il cyberbullismo e la violenza tra compagni.

Tanta “Piacentinità” nel nuovo piano regionale che è stato costruito tenendo in considerazione i risultati del questionario: su 1.245 questionari somministrati in tutta la regione Emilia-Romagna, sono 582 quelli provenienti dal nostro territorio. Ancora una volta le scuole piacentine hanno dimostrato di partecipare attivamente alla programmazione degli strumenti messi a disposizione delle Istituzioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.