PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Fondi regionali insufficienti per coprire i bisogni delle nostre scuole”

Più informazioni su

“Le risorse stanziate della Regione sono insufficienti per coprire i bisogni delle nostre scuole”. Così la consigliera provinciale Paola Galvani (Forza Italia) replica alle dichiarazioni dei consiglieri regionali Katia Tarasconi e Gian Luigi Molinari a seguito dell’ultimo consiglio provinciale, il primo sotto la presidenza di Patrizia Barbieri.

Il tema è quello dell’edilizia scolastica, e in particolare i 7 milioni di euro destinati al piacentino: la somma – hanno detto Tarasconi e Molinari – “bollata erroneamente come esigua dal consiglio provinciale, è conteggiata su una percentuale della nostra popolazione scolastica che corrisponde al 6,49% del totale regionale: parametri che non sono in capo alla Regione e che la Regione applica in base ai numeri forniti da ciascuna provincia”.

“Le considerazioni fatte in merito a tali risorse, che vanno ad elogiare la Regione per i fondi sino ad ora destinati – scrive Galvani in una nota -, fanno alquanto sorridere, risultando addirittura in contraddizione alla serie di incontri da loro stessi promossi chiamati “LA REGIONE ASCOLTA PIACENZA”.

“Direi che sembra quanto meno opportuno invitare i Consiglieri ad aprirsi realmente ad un atteggiamento di ascolto che non nasce da divergenze politiche o partitiche ma da reali necessità”.

“Gli edifici scolastici che ospitano le scuole secondarie superiori, in capo alla Provincia, sono sottodimensionati rispetto alla popolazione scolastica e tali criticità sono ormai da troppo tempo di grande attualità all’interno della Conferenza di Concertazione Scolastica e al Tavolo dei Dirigenti”.

“Le scuole sono datate, piccole e con spazi insufficienti per le necessità di una scuola che cambia, a tal punto che alcuni istituti sono stati costretti a rivedere la possibilità di far avviare nuovi indirizzi scolastici poiché dotati di spazi insufficienti”.

E’ pertanto con spirito di estrema collaborazione – prosegue Galvani – che chiediamo appoggio a quanto richiesto e non ostruzionismo, poiché il 7% delle risorse è ad oggi insufficiente per coprire i bisogni primari delle nostre scuole e inadatto ad accogliere una popolazione scolastica in aumento”.

“E’ opportuno ricordare che le somme stanziate sono principalmente state utilizzate per miglioramenti antisismici, interventi volti alla sicurezza e all’efficientamento energetico ed interventi volti alla creazione delle reti antincendio a norma di legge. Persino le palestre che sono in costruzione nell’area ex Laboratorio Pontieri sono state finanziate da risorse derivanti da alienazioni di immobili di proprietà della Provincia e non da fondi regionali o statali, quindi con soldi dei Piacentini”.

“Invito quindi i consiglieri regionali – conclude -a visitare i plessi scolastici e a farsi un’idea un po’ più oggettiva della reale situazione, molto diversa dal loro immaginario. le campagne elettorali non interessano agli studenti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.