PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Irregolarità nell’iter amministrativo” Petizione contro la nuova piazza Cittadella

“Interrompere in autotutela l’iter dell’intervento di demolizione e costruzione in Piazza Cittadella e in Piazza Casali” e “riconsiderare l’intera operazione” elaborando “un nuovo progetto di tipo conservativo”.

E’ quanto chiede al Comune un gruppo di cittadini attraverso una petizione (in allegato a fondo pagina), che reca in calce 147 firme – raccolte dal Comitato Due Piazze, Cittadella e Casali – inviata, oltre che al sindaco, a Prefettura, Procura, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Segretariato Regionale Mibact, Corte dei Conti, Autorità Anticorruzione e Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Il progetto in questione, lo ricordiamo, prevede di ridisegnare Piazza Cittadella e Piazza Casali realizzando un parcheggio interrato.

La nota sottoscritta dai cittadini richiama le osservazioni sulla pratica formulate dalla Consulta Territorio Frazioni e Sviluppo Economico del Comune di Piacenza che – affermano – “ha evidenziato gravi irregolarità degli atti e dell’iter, rispetto alle norme vigenti in materia di tutela dei beni culturali e di procedimento amministrativo degli appalti di opere pubbliche”.

Fra gli aspetti contestati si citano “irregolarità nel procedimento amministrativo, che saranno causa di irrimediabili danni”, la “disapplicazione delle norme vigenti in materia di tutela delle piazze storiche”, il “ritardo di anni rispetto alla scadenza ipotizzata dal Comune per la conclusione dei lavori e, di conseguenza, l’aumento dei costi a carico dei cittadini e l’allungamento dei tempi di concessione”.

Non manca un attacco all’Amministrazione Barbieri: “Contraria all’opera durante la campagna elettorale e dopo il suo insediamento, ora la approva per non incorrere nella penale prevista dal contratto, senza peraltro rendere pubblica l’entità della penale stessa”.

“Qual è – si chiedono – il bene pubblico più grande da salvaguardare : il valore storico artistico delle piazze Cittadella e Casali o l’esborso, probabilmente contenibile attraverso un accordo bonario, per il pagamento della penale?”

LA PETIZIONE CON TUTTI I FIRMATARI

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.