PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Virtus Riverponte sbanca anche Salso e prosegue in vetta alla classifica

Più informazioni su

Dopo l’amara sconfitta casalinga contro Podenzano, nel campionato di promozione la Virtus Riverponte affronta una trasferta insidiosa sul difficilissimo campo di Salsomaggiore in un match che si preannuncia complicato.

In un clima infuocato, con una cornice di pubblico rumoroso, inizia la contesa che vede subito i padroni di casa con i blasonati Canali e Avanzini prendere il sopravvento con un parziale di 11 a 0.

I ragazzi di Salso bucano la retina da tutte le posisizioni con una precisione chirurgica mente gli ospiti faticano molto senza mai riuscire ad organizzarsi sia in attacco che in difesa, tanto che il parziale si chiude a favore dei padroni di casa con un perentorio 30 a 8.

Nelle prime battute del 2° parziale i ragazzi di coach Allodi aumentano ulteriormente il divario dimostrando  forte determinazione e capacità offensiva, senza trovare una particolare resistenza negli ospiti che continuano a litigare con il ferro e ad innervosirsi, anche in virtù di alcune decisioni arbitrali discutibili; tanto che, dopo un vivace scambio di opinioni con il direttore di gara, Markovic è costretto ad abbandonare il campo per aver rimediato una espulsione.

In quel momento c’erano due possibilità: o deprimersi totalmente vista l’espulsione del giocatore che nelle ultime partite aveva sempre messo a referto 25 punti, oppure reagire e gettare il cuore oltre l’ostacolo. La Virtus, di cui si può dire di tutto tranne che non sia squadra vera, si è rimboccata le maniche e ha incominciato a mettere tanta pressione agli avversari con il “Baci”, Cottini e Gregori, e contestualmente infilare le prime 4 bombe della partita. Si va al riposo lungo sul punteggio di 50 a 38 a favore dei padroni di casa.

Al ritorno in campo nel giro di pochi minuti la Virtus raggiunge il pareggio sul 52 pari, ma i padroni di casa, con un sussulto di Ziliotti che mette due bombe consecutive a referto e con il solito Avanzini, effettuano un parziale di 9 a 0 tanto che il terzo quarto si chiude a favore dei ragazzi di Salso sul punteggio di 61 a 52.

Tutto da rifare all’inizio dell’ultimo periodo, dove Di Giorgio prima dell’uscita dal campo per 5 falli mette a referto 8 punti con un confortante 6 su sei dalla lunetta tanto da ricucire lo strappo portandosi sul 65 pari a 5 minuti dalla fine della partita.

Da quel momento la freschezza atletica dei giovani della Virtus si fa sentire e, grazie all’abile regia di Bricchi, all’attenta prova del debuttante Tirelli e dai minuti preziosi arrivati da tutta la panchina, la Virtus si porta sul 68 a 75 a 42 secondi dalla fine.

Sempre Avanzini mette la bomba che porta i padroni di casa sul 71 a 75, ma nel finale Cottini e i liberi del “Baci” chiudono la contesa sul punteggio di 71 a 78.

Finale come spesso accade al cardiopalma, per una partita molto combattuta tra due squadre senza dubbio di alto livello. Ora si torna in palestra per preparare la “missione impossibile” contro la corazzata Cavriago, con la speranza che il giudice sportivo non sia troppo severo con l’espulsione rimediata dalla Virtus.

Da segnalre il bel gesto del giocatore espulso che si è scusato con i compagni e la Società.

SALSOMAGGIORE – VIRTUS RIVERPONTE  71/78 (30/8, 50/38, 61/52, 71/78) 

VIRTUS: COTTINI 17, GREGORI 16,  BRICCHI 6, BACIGALUPI 11, MERLI 10, PARABOSCHI, DI GIORGIO 10, TIRELLI 3, MARKOVIC 5, MAGGI, ALLENATORE LUCEV

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.