PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torna il “Memorial Merlo”, spettacolo con i campioni di pattinaggio

Terza edizione del Memorial dedicato ad Antonio Merlo, esibizione di pattinaggio artistico che nel fine settimana vedrà in pista a Piacenza atleti iridati e di livello internazionale e il cui ricavato andrà a favore di Assofa.

Voluto dalla moglie di Antonio Merlo, Stella Giarola, e dai figli Matteo, Davide e Nicola, insieme alla società Lepis con la collaborazione di Assofa, integra i ragazzi disabili con la disciplina del pattinaggio artistico.

Appuntamento domenica 9 dicembre dalle 17 al Palabakery di Largo Anguissola: il Memorial, oltre agli atleti Lepis, ospiterà campioni di livello mondiale che si esibiranno allo sulle note delle 4 Stagioni di Vivaldi e su brani di musica contemporanea.

All’interno del Memorial anche l’esibizione della scuola di danza Choròs di Piacenza con l’accompagnamento musicale dell’Ensemble d’Archi.

“Con questa manifestazione – sottolineano dalla società Lepis – vogliamo far conoscere alla cittadinanza il mondo del pattinaggio artistico, anche attraverso l’integrazione fra persone diversamente abili e normodotate”.

PRENOTA IL TUO CAMPIONE – Dopo il successo dello scorso anno, in occasione del Memorial Merlo anche quest’anno viene riproposto il progetto “Prenota il tuo Campione”, la possibilità di trascorrere circa mezz’ora con il campione preferito, non solo pattinare ma anche chiedere consigli, aneddoti e fare foto.

Tra gli ospiti il pluricampione del pattinaggio internazionale Andrea Aracu e la campionessa mondiale 2018 Silvia Nemesio.

L’evento è in programma sabato 8 dicembre al pattinodromo “Metti” di via Stradella. Posti limitati, per informazioni sulle modalità di iscrizione: Matteo Merlo, cell. 3389335498 – mail. matteo.merlo@tin.it

Antonio MerloE’ stato commissario tecnico della Nazionale Italiana di Pattinaggio per 27 anni, fino alla sua morte avvenuta il 3 giugno 2014. Piacentino di adozione, proveniva dal mondo “rotellistico” Bustese, si fermò a Piacenza dopo il servizio militare, fondando la Società LEPIS di pattinaggio artistico su rotelle.

Con il suo intenso lavoro ha portato il pattinaggio artistico italiano a livello mondiale, conquistando negli una moltitudine di medaglie d’oro.

È stato fautore di nuove tecniche di insegnamento adottate in seguito in ogni parte d’Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.