PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Campagna Amica, Crotti: “Insegnare l’importanza della biodiversità” foto

Educazione alla Campagna Amica” diventa maggiorenne.

La 18esima edizione del progetto di Coldiretti, che mira a coinvolgere circa 3mila studenti piacentini intorno ai temi dell’ambiente e del territorio, della qualità dei consumi e degli stili di vita, ha infatti preso il via l’11 gennaio presso la palestra della scuola elementare 2 Giugno, con una prima merenda per i bambini.

Lo scopo del progetto, parte integrante del percorso di Campagna Amica, è avvicinare i ragazzi al mondo rurale ricostruendo il legame che unisce i prodotti dell’agricoltura e la stagionalità con i cibi consumati ogni giorno, nella convinzione che una sana educazione alimentare debba proprio cominciare in classe.

Il tema quest’anno sarà “biodiversità versus omologazione, perché la diversità è una risorsa? Trova la risposta nell’agricoltura italiana di qualità”.

“Il tema è molto sentito, perché la biodiversità significa territorio” – ha sottolineato il Presidente di Coldiretti Piacenza, Marco Crotti – far conoscere le potenzialità del territorio, sapere valorizzare le sue sue risorse e ricchezze, aiuta a rifuggire quell’omologazione che oggi rischiano i nostri giovani”.

“Omologazione nel cibo che si sta facendo sempre più pressante” – ha proseguito – “con le lobby e le multinazionali che stanno cercando di presentare la Coca Cola più salubre del Grana Padano. È fondamentale fare educazione per spiegare ai consumatori del domani l’importanza del cibo, la sua provenienza, la sua origine, come viene prodotto ed avere al contempo un prodotto più sano”.

coldiretti campagna amica

Tra le novità di quest’anno, il coinvolgimento degli agriturismi di Terranostra, rappresentati dalla vicepresidente Elisabetta Azzalin, che ha illustrato l’impegno che in prima persona porta avanti da 20 anni nelle fattorie didattiche e l’importanza di avvicinare i bambini al mondo rurale, per spiegare il legame stretto tra il campo e la tavola.

Presenti nell’iniziativa anche altri numerosi enti e realtà del territorio. Fausto Zermani, presidente del Consorzio di Bonifica ha spiegato come nell’educazione al cibo si voglia far capire ai ragazzi che “il motore di tutto è l’acqua, e la capacità dell’uomo di trattenerla. In questo Piacenza ha una grande storia e tradizione” – ha evidenziato.

“La nutrizione ha un ruolo fondamentale sin dall’infanzia” – ha aggiunto il primario di pediatria dell’ospedale di Piacenza Giacomo Biasucci – “Questo progetto è importante perché è un vero percorso di educazione alla salute”.

E’ stata l’occasione anche per evidenziare la mobilitazione europea contro il cibo, la raccolta firme “Eat Original. Unmask your food”, che vede Coldiretti impegnata per chiedere l’estensione dell’obbligo dell’etichetta d’origine su tutti gli alimenti.

Il progetto di Educazione alla Campagna Amica si concluderà con la tradizionale festa finale nel mese di maggio alla quale verranno premiati gli elaborati realizzati dagli studenti, sul tema delle lezioni.

In occasione del lancio del progetto sono intervenuti anche Paolo Mancioppi, assessore all’Ambiente, Sergio Bursi, vice -presidente della Provincia,  il viceprefetto vicario Leonardo Bianco,  l’insegnante della 2 Giugno Manuela Gregori e Cinzia Pastorelli, responsabile del progetto per Coldiretti Piacenza.

I PARTNER – Fondazione Campagna Amica, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, Prefettura di Piacenza, Provincia di Piacenza, Comune di Piacenza, Camera di Commercio, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, Polo Territoriale di Piacenza del Politecnico di Milano, Consorzio Grana Padano, Consorzio Agrario Terre Padane, Consorzio di Bonifica, Cio, Associazione Apicoltori, Azienda USL di Piacenza (reparti di Cardiologia e di Pediatria), Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Piacenza, Associazione Il Cuore di Piacenza, Associazione Autonoma Diabetici Piacentini, le Associazioni del Dono (AIDO, ADMO e AVIS), Associazione Panificatori di Piacenza, Associazione Gelatieri Piacentini, Campus Agroalimentare Raineri, Adiconsum Parma e Piacenza, CONI.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.