PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nasce la scuola paritaria Sant’Orsola. Riceve il testimone dall’istituto Orsoline

Al via dall’Anno Scolastico 2019-2020 a Piacenza una nuova realtà educativa. Si tratta della scuola primaria paritaria Sant’Orsola che riceve il testimone dal prestigioso Istituto Orsoline di Maria Immacolata che dal 1649 ha educato generazioni di bambini e ragazzi della nostri città e che continuerà ad ospitare la scuola secondaria di primo grado.

La nuova scuola si propone di contribuire alla formazione integrale della persona, in continuità con la tradizione pedagogica delle Orsoline e con lo sguardo rivolto all’innovazione.

Il potenziamento della lingua inglese è infatti uno dei punti cardine dell’offerta formativa alla luce dello slogan: imparare bene l’italiano e l’inglese come l’italiano.

Gli alunni della classe prima avranno la possibilità di apprendere l‘inglese come materia curriculare distribuita in 5 ore settimanali, mentre attualmente i programmi Ministeriali prevedono l’insegnamento della lingua straniera per 1 ora a settimana.

La nuova realtà scolastica è stata presentata ufficialmente alla stampa e alla città in occasione dell’Open Day del 19 Gennaio svoltosi presso la sede della scuola Orsoline al quale hanno partecipato: Suor Rosellina Broch: attuale direttrice della scuola primaria Orsoline; Dott. Enrico Braghieri: Presidente della Cooperativa Santa Giustina, ente gestore della scuola primaria paritaria Sant’Orsola Prof. Donatella Vignola: Coordinatrice didattica della nuova realtà scolastica, Prof. Luisa Cogo: coordinatrice didattica della scuola Manfredini di Varese con cui la scuola Sant’Orsola ha attivato una collaborazione per lanciare anche anche a Piacenza il nuovo percorso didattico ad Inglese potenziato.

La scuola Sant’Orsola manterrà la propria sede in città e precisametne nei nuovi locali in via Campo della Fiera, di fronte al Palazzo Farnese.

E’ stata pensata e fortemente voluta da un gruppo di genitori che costituendosi in Cooperativa senza scopo di lucro, hanno fatto in modo che l’opera fondata e gestita fino ad ora dall’Istituto religioso delle madri Orsoline potesse mantenere continuità a Piacenza.

A dare sostanza al progetto collaborerà con tutto il corpo docente della scuola Orsoline anche la Prof. Donatella Vignola, che riveste il ruolo di coordinatrice Didattica, affiancata da professionisti per la parte organizzativa.

Il progetto non avrebbe potuto essere realizzato senza il decisivo supporto della Banca di Piacenza che, da sempre attenta alle esigenze della realtà locale e del patrimonio culturale piacentino, ha messo a disposizione i locali del nuovo e prestigioso palazzo Duchessa Margherita.

«L’accoglienza del bambino, l’attenzione ai tempi di apprendimento, il rispetto di ciascuno, la condivisione del progetto educativo con le famiglie rappresentano il contesto in cui il nuovo progetto si inserisce – spiega Enrico Braghieri, presidente della cooperativa -. In particolare l’attenzione al bambino propria della tradizione educativa cristiana indirizza ogni dinamica formativa della scuola».

Senza nulla togliere alle competenze di base dell’italiano e della matematica, da sempre affidate alla maestra prevalente, la sperimentazione linguistica prevede 5 ore settimanali di inglese incluse nel percorso curricolare di 27 ore in collaborazione con una docente madrelingua, per confluire nella certificazione finale.

«Lo scopo che si vuole raggiungere è di sfruttare la naturale capacità dei bambini di apprendere per “osmosi” cio’ di cui fanno esperienza — spiega la coordinatrice del progetto, la professoressa di inglese Brenda Maffi -. I bambini saranno così in grado di comunicare in inglese in modo del tutto naturale. Le attività ludico-espressive come canzoni, filastrocche, giochi di ruolo, attività “Task oriented” verranno utilizzate per aumentare la motivazione degli alunni all’utilizzo della lingua straniera».

In quest’ottica proseguirà anche l’annuale organizzazione del centro estivo in lingua inglese con docenti madrelingua provenienti da differenti paesi di lingua anglosassone organizzato in collaborazione con l’Associazione Educo, ente accreditato del MIUR per lo studio delle lingue straniere.

L’offerta formativa della nuova realtà ha come principale obiettivo il benessere degli alunni in un ambiente accogliente e attento alle esigenze delle famiglie.

Tra le novità anche la possibilità per i bambini di rimanere nella struttura scolastica fino alle ore 18 e partecipare ad attività facoltative come corsi di teatro, laboratori di musica e attività manuali. È previsto il servizio mensa.

La Scuola Orsoline plaude a questo passaggio nella formazione dei giovani piacentini. «Generazioni di bambini hanno varcato la soglia della nostra Scuola – ha affermato suor Rosellina -. Come educatrici siamo orgogliose che oggi genitori tra cui anche ex alunne raccogliendo il nostro esempio, abbiano deciso di continuare il percorso educativo che abbiamo tracciato».

Questa mattina nel corso dell’Open Day presso l’Istituto Orsoline la nuova Scuola è stata illustrata alle numerose famiglie intervenute. Mentre i tanti bambini presenti hanno partecipato ai laboratori di inglese, i genitori hanno incontrato le maestre e la dirigenza ed iscriversi per il prossimo anno scolastico a tutte le classi fino alla quinta. (Nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.