PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Zanardi (Misto): “L’amministrazione si attivi per tutelare i giovani calciatori del Pro Piacenza”

Più informazioni su

Le tribolate vicende societarie del Pro Piacenza arrivano ora anche in consiglio comunale.

Gloria Zanardi, consigliere comunale di Piacenza del gruppo misto, ha infatti presentato un’interrogazione a urgente per chiedere al Sindaco e Assessori competenti se, alla luce dell’attuale situazione in cui versa la società rossonera, l’amministrazione abbia intrapreso” qualsivoglia iniziativa volta a scongiurare la chiusura di una delle più prestigiose società sportive locali” e, nel caso in cui il Pro Piacenza venga radiato dal campionato italiano professionisti, “quali siano le iniziative che il comune intende mettere in campo per tutelare gli oltre 200 calciatori del settore giovanile che, non per loro colpa, verranno esclusi dalle competizioni locali e nazionali”.

Sul punto, Zanardi precisa: “Senza volere entrare nelle polemiche sui giornali tra le dirigenze delle due società calcistiche piacentine, ho chiesto l’interessamento da parte dell’amministrazione a tutela degli oltre 200 giovani calciatori che potrebbero essere esclusi, non per loro colpa, dalle competizioni locali e nazionali, dopo avere investito energie, passione e denaro”.

“Allo stato, infatti, sembrerebbe che, qualora la prima squadra non fosse in grado di presentarsi all’appuntamento sportivo del 20 gennaio, calerebbe il sipario in via definitiva sul Pro Piacenza, con l’esclusione della società dal campionato italiano professionisti e la relativa espulsione delle squadre giovanili dai rispettivi campionati”.

“Occorre valutare tutta la situazione ed attivarsi nell’interesse della città, dello sport piacentino e soprattutto dei giovani calciatori”.

Nell’interrogazione si ricorda che il Pro Piacenza è una delle due squadre professionistiche presenti sul territorio piacentino e rappresenta un “formidabile bacino di interessi sportivi”.

“La società sportiva – ricorda Zanardi – gestisce il centro sportivo di via De Longe ed utilizza per le partite della prima squadra lo stadio Leonardo Garilli, previa intesa con l’altra società sportiva, il Piacenza calcio. La stessa società sportiva esiste ed opera sul territorio locale formando ed avviando ragazzi allo sport dal 1919”.

“Attualmente – prosegue – la prima squadra milita in lega pro (ex serie C), così come il Piacenza Calcio, dando lustro sportivo alla nostra città; il suo settore giovanile rappresenta un’eccellenza e gestisce oltre un centinaio di giovani atleti”.

“A fine giugno 2018, a seguito del disimpegno della vecchia proprietà, la società sportiva Pro Piacenza è stata acquistata da un gruppo imprenditoriale estraneo alla realtà provinciale. Da quel momento è stato un susseguirsi di problemi per il Pro Piacenza che sono noti a tutti essendo stati abbondantemente riportati sulla stampa locale”.

“Al momento il Pro vive una crisi che sembrerebbe a prima vista irreversibile dato il disimpegno di calciatori, tecnici e personale amministrativo e sulla stessa società pare pendere più di una “grana”, a quel che si apprende dalla stampa locale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.