PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Cuneo pagina nera per lo sport: Pro in campo con 7 ragazzini. Gravina: “Sarà l’ultima farsa” VIDEO foto

Più informazioni su

CUNEO – PRO PIACENZA 20-0

(3′, 4′, 16′, 20′, 21′ Defendi, 7′, 8′, 17′, 30′, 32′, 35′ Kanis, 15′, 31′, 83′ Emmausso, 24′ Caso, 37′, 44′, 89′ De Stefano, 58′ Ferrieri, 78′ Alvaro)

Al peggio non c’è mai fine, recita un vecchio proverbio che calza a pennello per questo campionato di Serie C e, per le cose di casa nostra, al Pro Piacenza.

Riavvolgiamo il nastro: il 20 gennaio Lega e Federazione avevano stoppato in extremis, con tanto di roboanti dichiarazioni, il tentativo da parte della società del presidente Pannella di scendere in campo con un manipolo di ragazzini, tesserati nelle ore precedenti, contro l’Alessandria; bene, a distanza di nemmeno un mese la Lega, dopo una serie di rinvii, ha imposto di tornare a giocare e il Pro ci ha riprovato, schierando a Cuneo una squadra composta da 7 (sette) giocatori, e, ciliegina sulla torta, senza nemmeno l’allenatore, indicato in distinta in uno dei giocatori.

E questa volta, dopo una serie di verifiche che hanno ritardato l’avvio del match di 45 minuti, non è arrivato nessuno stop dall’alto. Risultato: squadre in campo, undici contro sette, poi diventati otto per l’ingresso a mezz’ora dal termine di Isufi. E tra i titolari, secondo quanto riporta tuttoc.com, sarebbe stato schierato anche il massaggiatore della squadra, uscito dal campo a un quarto d’ora dalla fine.

Una barzelletta, una pagina nera per lo sport per la quale non ci sono precedenti nel calcio professionistico.

Unico scopo, raggiunto, per il Pro Piacenza quello di evitare la radiazione, che sarebbe scattata in caso di forfait – il quarto – in Piemonte. Il tutto con la pesante umiliazione di un gruppo di ragazzini mandati allo sbaraglio.

Questo è il livello a cui è arrivato il campionato di Serie C, tra fideiussioni mai sostituite, stipendi ai calciatori non versati, società a rischio esclusione, un calendario e una classifica con infiniti asterischi viste le tante gare ancora da recuperare. A cui ora si aggiunge anche il discorso della differenza reti.

E questo ovviamente a scapito delle società che hanno agito secondo le regole. Lasciamo al lettore ogni riflessione in merito.

Ovviamente, per rispetto di chi legge (e nostro) non faremo nessun commento tecnico alla partita. Per la cronaca il Cuneo, costretto suo malgrado a partecipare a questa farsa, si è imposto per 20-0. Da segnalare fra i marcatori le sei reti messe a segno da Kanis, che diventa così il giocatore ad aver realizzato più gol in una sola partita nel calcio italiano.

Alla prossima puntata.

GRAVINA: “INSULTO ALLO SPORT, SARA’ L’ULTIMA FARSA” – “Quanto accaduto a Cuneo con la squadra del Pro Piacenza è un insulto allo sport e ai suoi principi fondanti”. Così il Presidente della Figc Gabriele Gravina, come riportato dall’Ansa.

“In questa situazione surreale, la FIGC aveva il dovere di far rispettare tutte le regole ed ha esercitato questo ruolo. La nostra responsabilità è quella di tutelare la passione dei tifosi, gli imprenditori sani e la credibilità dei nostri campionati: quella cui abbiamo assistito, nostro malgrado, sarà comunque l’ultima farsa”.

LA LEGA PRO “VIOLATI PRINCIPI DI CORRETTEZZA” –  In serata anche la nota della Lega Pro: “Domani (lunedì, ndr) il giudice sportivo deciderà sul provvedimento da adottare, la Lega Pro è obbligata a rispettare le regole che esistono. Oggi sono stati violati i fondamentali principi di correttezza e lealtà sportiva in modo inaccettabile”.

LA SINTESI da Sportube.tv

LA NOTIZIA SUI MEDIA INTERNAZIONALI

LA CRONACA

Finisce una partita surreale e una brutta pagina di sport e calcio: Cuneo – Pro Piacenza 20-0

89′ – Il Cuneo fa cifra tonda: 20-0 con il terzo gol di De Stefano

83′ – Tripletta di Emmausso per la diciannovesima rete

78′ – Alvaro con un tiro a giro insacca il diciottesimo gol

75′ – Picciarelli costretto a uscire, Pro Piacenza torna in sette. Picciarelli a quanto risulta sarebbe il massaggiatore della squadra, schierato però in campo

73′ – Traversa del Cuneo con De Stefano

60′ – Entra a sorpresa Isufi: Pro Piacenza in otto

58′ – Rete numero 17 per il Cuneo: a segno Ferrieri, che a tu per tu con Sarr lo supera con uno “scavetto”

53′ – Palo di Ferrieri, poi il pallone arriva tre le mani di Sarr

50′ – Inizio di ripresa con il Cuneo che fa possesso palla: i padroni di casa non sembrano intenzionati a infierire ulteriormente sui ragazzini del Pro

Via alla ripresa

Tre cambi in avvio di ripresa per il Cuneo: entrano Ferrieri per Kanis, Alvaro per Suljic e Offidani per Cella

45′ – Finisce il primo tempo a Cuneo

44′- Doppietta personale di De Stefano: 16-0

37′ – De Stefano per il 15-0

35′ – Settimo gol di Kanis per il 14-0

32′- Il Cuneo non si ferma: a segno ancora Kanis

31′ – Dodicesima rete per il Cuneo: Emmausso

31′ – Entra De Stefano nel Cuneo, esce Santacroce. Fuori anche Defendi per Reymond

30′ – Ancora Kanis: 11-0

24′ – Arriva il 10-0 segnato da Caso

21′ – Cinquina per Defendi: 9-0

20′ – Defendi mette a segno il poker personale

17′- Di nuovo a segno Kanis per il 7-0

16′ – Sesto gol di Defendi di testa. Continuiamo ad aggiornare solo per la cronaca

15′ – A segno anche Emmausso con un diagonale

8′ – Quarta rete ancora di Kanis

7′ – Terza rete del Cuneo con Kanis

4′ – Raddoppio di Defendi. Partita che è una barzelletta

3′ – Cuneo in vantaggio con Defendi

Si parte: il Pro eviterà la radiazione, ma quello che sta per andare in scena è una vera e propria farsa

ORE 15.15 – Incredibile a Cuneo: si gioca in undici contro sette

ORE 15.14 – Il Cuneo è rientrato negli spogliatori: si attendono decisioni ufficiali

ORE 15.05 – In campo i giocatori del Cuneo stanno effettuando il riscaldamento; nessuna notizia del Pro Piacenza.

ORE 14.45 – Le squadre non sono ancora scese sul terreno di gioco: lo speaker dello stadio ha annunciato che sono in corso “verifiche tecniche sulla documentazione (del Pro Piacenza): tempo di attesa 45 minuti”.

ORE 14.15 – Il Pro Piacenza si accinge a scendere in campo a Cuneo, ma con una formazione composta da soli sette giocatori e senza allenatore (sulla distinta alla voce del tecnico compare il calciatore Cirigliano).

Negli ultimi giorni in via De Longe si è insediato il quarto direttore generale della stagione, Carmine Palumbo, chiamato ad allestire, praticamente da zero o quasi, una formazione da schierare in Piemonte.

Formazioni

Cuneo: 12 Piretro, 2 Tafa, 5 Said, 9 Defendi, 10 Caso, 11 Emmausso, 13 Santacroce, 14 Suljic, 19 Spizzichino, 23 Celia, 27 Kanis A disposizione: 22 Cardelli, 3 Bertoldi, 8 Bobb, 16 Alvaro, 17 Ferrieri, 20 Reymond, 21 Castellana, 24 Paolini, 29 Offidani, 33 Marin, 36 De Stefano, 40 Gissi. All. Scazzola

Pro Piacenza: 1 Sarr Lamine, 49 Di Bella, 11 Picciarelli, 39 Valente, 17 Migliozzi, 77 Cirigliano, 15 Del Giudice

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.