PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dove fare investimenti nel 2019? Parola agli esperti

Più informazioni su

In recenti interviste numerosi esperti nel campo dell’imprenditoria si sono espressi su quelli che possono essere considerati i migliori investimenti per il 2019. Tutti si sono dimostrati concordi nel dire che quest’anno investire sarà una bella sfida perché il rally dei mercati azionari dura ormai da 10 anni e per questo sta mostrando i primi segni di cedimento.

Come sempre la risposta che daranno gli investitori in fase di incertezza sarà l’immobilismo più assoluto dovuto al fatto che nessuno è disposto a correre rischi. In Italia, paese notoriamente popolato da risparmiatori, ci sono decine di migliaia di persone con i conti completamente fermi anche da 10 anni perché aspettano l’occasione giusta per investire, ma gli esperti affermano che l’indecisione costa cara.

Chi sembra volersi decidere a operare ora come ora si trova davanti a una situazione molto complessa perché i mercati si trovano in una grande fase di incertezza con battaglie intestine che vengono combattute ogni giorno. Per molti il 2019 potrebbe essere l’anno di una nuova crisi finanziaria alimentata dal debito cinese, ma nel frattempo quale potrebbe essere la migliore strategia per investire? Ecco una guida agli investimenti.

Mercati finanziari 2019

In questo campo molto avrà a che fare con la Brexit e con i tira e molla di Donald Trump con la cina. Politica europea e dazi sulle merci condizioneranno l’andamento dell’economia e dei mercati finanziari nel 2019, con effetti a cascata sul rendimento di azioni e obbligazioni, costo dei mutui e tasche dei cittadini. Che come sempre sono in prima linea per ripagare i costi di politiche sbagliate.

Per ora le prospettive non sono rosee e gli analisti predicano prudenza. L’uscita del Regno Unito dalla Ue rischia di essere traumatica e per il commercio mondiale ci si aspetta una decelerazione legata alla modesta crescita globale, con il prodotto interno lordo dell’Europa a 27 che dovrebbe aumentare del 2% registrando il dato peggiore degli ultimi cinque anni. L’Italia, nella migliore delle prospettive, potrebbe attestarsi al +1,2% e gli Stati Uniti, che pure possono veder crescere il loro pil del 2,3%, rischiano una brusca frenata rispetto al +3% del 2018.

Altro dato preoccupante è che non ci troviamo più in un’epoca dove il denaro è a basso costo. La Federal Reserve è ormai impegnata da più di 3 anni nel rialzo dei tassi di interesse e dopo un deciso strappo al quale abbiamo assistito a fine dicembre nel 2019 gli interessi potrebbero alzarsi ulteriormente.

I consigli degli esperti per il 2019

Stando così la situazione come bisogna muoversi quest’anno? Prendere decisioni in condizioni di incertezza non è semplice. Molti investitori non lo accettano, credendo che attraverso tecniche o strumenti miracolosi sia possibile esorcizzare il rischio e ottenere guadagni elevati, comunque vada. Per evitare che di commettere i due errori classici tanto frequenti tra gli aspiranti investitori ecco alcuni consigli pratici:

  1. Investire sul lungo termine: una buona idea vista l’attuale tensione è quella di ragionare in termini di anni e non di mesi bisogna individuare quel portafoglio di azioni ideale che possa portare al successo in 10 anni non in 10 mesi.
  2. Rapporto rischi rendimenti: da non sottovalutare è anche il fattore rischio che va comunque tollerato entro una certa soglia. Se poi ci si accontenta del 2 per cento netto offerto dai conti depositi quella è un’altra storia.
  3. Non esiste l’investimento sicuro: comunque vada è importante ricordare che non esistono investimenti sicuri e perfetti che portano al rendimento al 100%.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.