PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Prima le persone”, da Piacenza a Milano alla manifestazione contro le discriminazioni

I Cittadini Autoconvocati “Piacenza che resiste” parteciperanno alla manifestazione nazionale “Prima le persone” contro tutte le discrimazioni in programma sabato 2 marzo a Milano con un corteo che da via Palestro arriverà in Piazza Duomo.

L’appuntamento per partecipare è alle 12 da via XXIV Maggio, 18 a Piacenza da dove partiranno i pullman per recarsi a Milano alla manifestazione. Occorre prenotare il posto telefonando allo 0523 459791 (Cgil).

“Anche da Piacenza – scrivono in una nota – vogliamo far sentire il nostro sì ad un’idea del mondo che metta al centro le persone, le loro vite, le loro esistenze. Che si tratti di persone nate in Italia o nate da qualsiasi altra parte, per noi è fondamentale non girarci dall’altra parte quando vediamo le loro vite messe in pericolo. Che si tratti di persone in difficoltà di qualsiasi parte del mondo siano, pensiamo giusto dar loro un sostegno”.

“Così come riteniamo giusto solidarizzare con i lavoratori, italiani e non, che rischiano il posto di lavoro. A poche settimane dalla manifestazione partecipata, che ha dato vita ad una Catena Umana intorno al Municipio di Piacenza, vogliamo ribadire la nostra volontà di contribuire a creare un clima diverso nel nostro Paese. Noi ribadiamo che non saremo mai vittime della cultura della discriminazione che contribuisce ad alimentare l’odio e a creare cittadini e cittadine di serie A e di serie B”.

“Crediamo che sia tornato il momento di rialzare la testa e di impegnarci in prima persona per il riscatto dei più deboli e per scelte radicalmente diverse da quelle compiute sino a oggi in materia di immigrazione, politiche di inclusione, lotta alle diseguaglianze e alla povertà. Per noi occorre lottare contro la diseguaglianza, lo sfruttamento e la condizione di precarietà”.

“Siamo per l’Inclusione e per una democrazia reale per un Paese senza discriminazioni, senza muri, senza barriere: per questo aderiamo e partecipiamo a Milano il prossimo 2 marzo alla mobilitazione nazionale“.

“Perché crediamo che la buona politica debba essere fondata sull’affermazione dei diritti umani, sociali e civili. Noi siamo per i diritti e per l’inclusione. Noi siamo antirazzisti, antifascisti e convinti che la diversità sia un valore e una ricchezza culturale”.

E nel ribadire Prima le Persone diciamo che servono, in Italia e in Europa, politiche sociali nuove ed efficaci, per il lavoro, per la casa, per i diritti delle donne, per la scuola e a tutela delle persone con disabilità. Vogliamo mobilitarci insieme per un’Italia e un’Europa più giuste e aperte. Perché ciascuno di noi è prima di tutto persona”.

“Noi vogliamo un Paese del quale tornare a essere orgogliosi senza dimenticare mai le grandi sfide di chi l’aveva immaginata, diversa, da come è oggi”.

“Per questi motivi – concludono – invitiamo i piacentini a partecipare alla manifestazione di sabato 2 marzo”.

Nella foto il disegno dell’artista Makkox per la manifestazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.