PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Lezioni” di legalità in Coldiretti “Capire una norma rende più facile rispettarla”

Nei giorni scorsi, i soci di Coldiretti Piacenza, coordinati dal presidente provinciale Marco Crotti hanno accolto Carabinieri Forestali e dirigenti di Arpae in occasione di due incontri finalizzati allo studio e all’approfondimento del “Regolamento regionale n° 3 del 15 dicembre 2107”.

Il Presidente Crotti ha fatto gli onori di casa, accogliendo gli illustri relatori e spiegando il senso e le finalità di tali incontri: “Capire e comprendere le ragioni che stanno dietro una norma rendono più facile il rispetto e l’applicazione della norma stessa.

Per questo noi agricoltori abbiamo bisogno di ascoltare e capire, con spirito costruttivo – ha evidenziato – Conoscere le regole e rispettarle significa stare dalla parte della legalità e non possiamo che essere grati e collaborativi con chi ha il compito di farle rispettare”.

Nel corso degli incontri si sono affrontati svariati argomenti, dalla documentazione obbligatoria prevista per le aziende con allevamento, alla corretta gestione degli effluenti; dal bollettino direttiva nitrati, alle deroghe concesse dalla Regione Emilia Romagna, passando anche per il servizio di avviso mediante sms attivato da Coldiretti Piacenza.

Il Colonnello Enzo Compagnin, comandante dei Carabinieri Forestali, ha evidenziato l’importanza della tutela ambientale e del fatto che il mancato rispetto delle norme che la regolamentano implicano conseguenze anche sulla condizionalità.

Ha inoltre rappresentato l’obiettivo comune di garantire una produzione ecosostenibile al servizio dei cittadini e del consumatore finale. Obiettivo che Coldiretti Piacenza non può che condividere.

La dottoressa Paola Anaclerio, funzionario di Arpae, è entrata nello specifico del regolamento regionale sulla gestione degli effluenti rendendo, attraverso casi specifici ed esempi concreti, più comprensibile gli aspetti più complessi della norma.

Non sono mancati momenti di pacato e costruttivo confronto con interventi e domande da parte dei soci che hanno seguito con attenzione ed interesse le puntuali spiegazione fornite dai relatori.

Affrontando gli aspetti più operativi legati ai controlli sul territorio, è intervenuto il Maresciallo Gianluca Mancinelli, precisando che il “dovere dei Carabinieri Forestali consiste nel far rispettare le norme imposte dal legislatore. Per il Maresciallo, chiudere un controllo con una sanzione rappresenta una sconfitta personale in quanto il primo obiettivo che vogliamo perseguire è la prevenzione e la conoscenza delle migliori pratiche agronomiche applicabili. E per questo siamo a competa disposizione del mondo agricolo e di tutta la cittadinanza”.

Crotti al termine dell’incontro ha ringraziato i relatori per la loro estrema disponibilità. “Siamo tutti consapevoli che il vostro compito non sia per nulla facile e anche se a volte, da agricoltori non lo dimostriamo, apprezziamo la vostra professionalità e competenza. Conoscere, applicare la norma e prevenire eventuali infrazioni è il proposito con cui chiudiamo questa prima positiva esperienza ”. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.