PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Licenziarsi per il reddito di cittadinanza? A Piacenza (e in Emilia) non conviene

Conviene licenziarsi per prendere il reddito di cittadinanza? A Piacenza e in Emilia Romagna decisamente no.

Lo scrive questa mattina “Il Sole 24 Ore” nella sua edizione online, provando a delineare il quadro regione per regione – utilizzando gli open data messi a disposizione dall’Inps relativi al 2017 – dei lavoratori dipendenti che in un anno hanno guadagnato meno di 780 euro al mese – 9360 euro annuali – ovvero la cifra messa a disposizione dal Governo con il reddito di cittadinanza.

L’analisi – va detto che i dati Inps fanno riferimento ai dipendenti che hanno guadagnato meno di  9.999 euro all’anno, cifra leggermente superiore a quella del reddito – fa seguito alla recente dichiarazione, in audizione al Senato, del presidente Inps Tito Boeri, secondo il quale il 45% dei lavoratori del sud guadagna meno della cifra prevista dal reddito di cittadinanza.

Ma se la situazione in meridione potrebbe spingere in tanti a lasciare il lavoro per presentare domanda per il reddito – condizionale d’obbligo, in quanto non è possibile licenziarsi volutamente per poter accedere al contributo di 780 euro mensili – al nord la situazione salari per i lavoratori dipendenti appare decisamente migliore.

COME SI PRESENTA LA DOMANDA DI REDDITO DI CITTADINANZA

In particolare in Emilia Romagna, e quindi anche a Piacenza, che in questa particolare classifica si colloca al primo posto in Italia. Il dato infatti parla di “solo” 2,4 % dei lavoratori sotto la soglia annuale di 9. 999 euro conteggiata dall’Inps.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.