PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Mai dì mai”, rassegna dialettale al President con la Filo Piacentina

La Società Filodrammatica Piacentina presenta al Teatro President, sabato 23 (ore 21), nella Rassegna dialettale organizzata dalla Famiglia Piasinteina e dedicata a don Luigi Bearesi, la commedia in dialetto piacentino “Mai dì mai”, scritta e diretta da GianCarlo Andreoli.

Mai dire mai è il motto ricorrente a commento dell’inaspettato, delle continue sorprese che i casi della vita presentano, ancor più nel mondo tribolato d’oggi di migrazioni epocali incontenibili. Il taxista Rossetti aiuta una signora straniera, inaspettata cliente, per compassione.

“Chi va al mulino s’infarina”, si giustifica il buon Rossetti, che per non lasciare la donna sola, di notte, in balia di chissà chi, la ospita in casa. Si scatena un seguito di sorprese, la prima gentilezza della moglie accogliente si volge in fastidio.

Sono chiamati in causa la vicina di casa Luisa, il collega taxista Fausto, il medico di famiglia, il genero avvocato per risolvere la questione sempre più complicata.

L’avventura in cui incappa il taxista Rossetti, è interpretata da Giorgio Molinaroli “Rossetti taxista”, Maria Luisa Travaini fa la “moglie di Rossetti”, Stefano Forlini “Fausto, collega di Rossetti”, Tiziana Innocenti “Sofia, ospite inaspettata”, Loredana Vallisa “Luisa, vicina di casa”, Giuseppe Orsi “Mario avvocato, genero di Rossetti”, Franco Balordi “medico di famiglia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.