PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tornano le bici contromano? In discussione il nuovo Codice della strada

Corsie preferenziali per ciclisti agli incroci o davanti ai semafori invece di costringerli ad accodarsi alle auto incolonnate. E anche la possibilità di procedere contromano nei centri abitati dove il limite di velocità è di 30 km/h, “indipendentemente dalla larghezza della carreggiata e dalla massa dei veicoli autorizzati al traffico”.

Sono alcune delle novità del nuovo Codice della strada in discussione in Commissione Trasporti alla Camera: il testo di legge della maggioranza Lega e M5s non è blindato e prevede altre misure specifiche.

Novità destinate a far discutere anche a Piacenza, visto l’aperta opposizione della giunta comunale alle biciclette contromano manifestata nei mesi scorsi.

Tra le altre misure inserite nel provvedimento all’esame del Parlamento, “parcheggi rosa” dedicati per le donne in gravidanza, lo stop al fumo in auto e sanzioni più severe per l’utilizzo dei telefonini alla guida, l’aumento delle sanzioni per i trasgressori e dei limiti di velocità sulle autostrade a tre corsie (elevato a 150 km/h).

La misure inserite per i ciclisti sono state sperimentata in diversi paesi europei (Belgio, Regno Unito, Olanda) e secondo gli studi dei ricercatori non comporterebbero un aumento dei rischi per incidenti stradali.

Lega e M5s prevedono che sia il sindaco a dover decidere caso per caso emanando un’ordinanza, e che la possibilità di “circolare anche in senso opposto a quello di marcia rispetto agli altri veicoli” sia segnalata da un pannello.

I ciclisti inoltre avranno la possibilità di circolare nelle corsie ora riservate solo ai taxi e agli autobus e di parcheggiare in aree adibite dal comune altrimenti sui marciapiedi e all’interno delle zone pedonali.

Diversi emendamenti presentati in Commissione prevedono inoltre l’obbligatorietà dell’utilizzo del casco e incentivi per l’acquisto. Mentre per quanto riguarda i motociclisti la maggioranza si sta confrontando sull’eventualità di inserire l’obbligo di dotarsi di un abbigliamento tecnico di sicurezza. Le moto elettriche potranno circolare anche in autostrada.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.