PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Confapi Industria

Unionmeccanica Piacenza rinnova il direttivo: Ballotta è il nuovo Presidente

L’Assemblea di Unionmeccanica Piacenza ha rinnovato il direttivo della rappresentanza di settore che, all’interno di Confapi Industria Piacenza, riunisce le aziende del comparto metalmeccanico.

Il nuovo Presidente di Unionmeccanica Piacenza è l’imprenditore Giuseppe Ballotta, 41 anni, titolare di Tecnocarp S.r.l. di Ponte dell’Olio, azienda che opera dal 1973 nella lavorazione di carpenteria medio-pesante in subfornitura e già membro del Consiglio Direttivo di Confapi Industria Piacenza.

Un compito di responsabilità quello di Ballotta che si trova a capo della categoria più numerosa all’interno dell’Associazione e che rappresenta oltre un terzo delle aziende iscritte, tra metalmeccanici e installatori, il motore pulsante dell’economia locale.

Affiancheranno il neo Presidente nel corso del suo mandato: Stefano Parmigiani CinqueP S.r.l., Fabrizio Maggi D.M. Idrosanitaria S.r.l., Leonardo Soldati Inox Food Technology S.r.l., Paolo Cella La Meccanica Padana, Carlo Alberto Lorenzini Padana Montaggi S.r.l., Marco Piccoli Tecninox S.n.c., Ruben Michelotti Z.G.M. Meccanica S.r.l.

Principalmente sono due gli obiettivi in primo piano che il nuovo gruppo dirigente si è posto già dalle prossime settimane. Da una parte dare continuità ai corsi di formazione per figure professionali di cui le aziende del settore sono in estrema sofferenza “Come già concretizzato – illustra Ballotta – con il corso per saldatori realizzato lo scorso dicembre e quello per fresatori che si avvierà nel mese di marzo, proseguiremo con l’organizzazione di corsi per fare fronte alla carenza di personale specializzato”.

“Saldatori, montatori, operai di macchine per lavorazioni metalliche sono alcune delle figure più difficili da reperire dalle aziende sul mercato. Un problema che può mettere a rischio la produzione di importanti settori della manifattura Made in Italy”.

“Dall’altra l’impegno a far conoscere le aziende fra loro – continua il Presidente – solo facendo squadra possiamo crescere la nostra economia. Una reciproca conoscenza è fondamentale sia per intraprendere iniziative comuni che per instaurare interessanti collaborazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.