PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In cento da Piacenza a Verona per contestare il modello “unico” di famiglia fotogallery

Anche le donne di “Non una di meno” e gli attivisti di Arcigay Piacenza Lambda alla manifestazione del 30 Marzo a Verona per contestare la tre giorni del Congresso Mondiale delle Famiglie.

Sono stati circa un centinaio i piacentini che hanno scelto di prendere parte al lungo corteo (almeno 30mila persone) che sabato ha invaso il centro della città; nelle stesse ore dal palco ufficiale intervenivano il vicepremier Matteo Salvini e i ministri Fontana e Bussetti.

Le sezioni piacentine di Arcigay e Non Una di Meno avevano organizzato un servizio pullman per recarsi a Verona ma l’alto numero di richieste ha costretto molti a muoversi autonomamente in treno o macchina.

“Davvero un’ottima risposta dai piacentini – sottolineano -, speriamo sintomatica di una ritrovata sensibilità locale verso i temi dell’inclusione e dell’uguaglianza”.

“Esserci – proseguono – è stato importantissimo per contestare fermamente l’ostilità del Congresso sui temi che più stanno a cuore alle donne e a tutte le persone omosessuali: il rispetto di ogni tipo di famiglia, unioni civili, autodeterminazione della donna e rispetto della legge 194”.

“Su questi argomenti il Congresso di Verona ha proposto idee vetuste e figlie di ideologie patriarcali, omofobe e maschiliste: la concessione del patrocinio dal Ministero della Famiglie e la Disabilità, dalle Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e dai più importanti enti locali ha reso la mobilitazione di massa ancora più importante”. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.