PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Costruzioni, sciopero e protesta a Roma “Sbloccare grandi opere e riaprire cantieri”

Anche la Filca Cisl di Parma e Piacenza, con un’ampia delegazione di lavoratori partecipanti dai territori dell’Emilia occidentale, ha partecipato venerdì a Roma alla manifestazione in occasione dello sciopero generale del settore costruzioni.

“Si sono fermati i cantieri, le fabbriche del legno e dell’arredo, le cave e le fornaci, le cementerie – spiegano – e migliaia di lavoratori e disoccupati hanno manifestato in piazza del Popolo a sostegno delle proposte concrete e fattibili che le categorie sindacali dell’edilizia (Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil) hanno presentato al Governo”.

“Non è possibile – sottolinea Marco Boveri, segretario generale Filca Cisl per il territorio di Parma e Piacenza – che ci si rassegni alla pardita della metà degli occupati in un settore che ha sempre fatto da traino allo sviluppo dell’intera economia”.

“Bisogna riaprire i cantieri – ha aggiunto il sindacalista – rendendo effettive politiche mirate che sblocchino le grandi opere infrastrutturali ferme al palo nonostante siano indispensabili allo sviluppo. Devono essere varati piani straordinari per la messa in sicurezza di territori, strade, ponti che pure non mancano nelle province di Parma e di Piacenza”.

“C’è tanto da fare anche per ristrutturazioni, rigenerazione urbana, interventi anti sismici e nuove politiche abitative. E l’occupazione si riprenderà con la rispresa del sistema Paese “.

Per il sindacato serve inoltre “qualificare l’impresa e contrastare il dumping contrattuale con un sistema che premi qualità e sicurezza. Occorre accelerare sugli appalti verdi al fine di premiare chi fa ricerca ed innovazione nei nostri settori”.

“Serve – aggiungono – una sburocratizzazione mirata di diversi passaggi del Codice Appalti senza ridurre tutele e diritti e senza tornale alla liberalizzazione dei sub appalti o al massimo ribasso”.

Nella Foto Marco Boveri (secondo a sinistra) insieme ad altri partecipanti alla manifestazione di Roma

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.