PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lyons tornano alla vittoria contro Milano (33-10)

Più informazioni su

Torna alla vittoria la Sitav Rugby Lyons, e lo fa in maniera perentoria senza lasciare scampo al CUS Milano, che paga l’evidente divario tecnico e fisico contro la capolista e subisce quattro mete nei primi 30’ che mettono in ghiaccio il risultato per i padroni di casa.

Una vittoria che ridà slancio e fiducia ai bianconeri, che dopo due sconfitte consecutive tornano a conquistare 5 punti pieni e meritati, mantenendo le distanze in classifica: a nulla vale la vittoria dell’Accademia “Ivan Francescato”; che con 15 punti di distacco e gli scontri diretti a favore dei Lyons non può più lottare per il primo posto, consegnandolo matematicamente ai bianconeri che possono finalmente festeggiare.

I Lyons schiacciano subito il piede sull’acceleratore, conquistando subito due calci di punizione che permettono di risalire il campo e affacciarsi nei 22 avversari con una maul avanzante che non trova opposizione: è meta per Alberto Rollero dopo 5’, il modo migliore per festeggiare il ritorno il campo dopo un lungo infortunio.

La squadra milanese è comunque venuta a Piacenza per giocarsela, e la reazione arriva dopo soli 2’ con Borzone che trova la via dei pali con un bel drop per il 7-3. A differenza delle ultime uscite però i bianconeri hanno un altro spirito, e il resto del primo tempo sarà pressochè un monologo. Il forcing dei leoni ha finalmente successo al 18’, con un azione bruciante dei trequarti che trova la finalizzazione di Capitan Bruno, che regala il primo vantaggio cospicuo ai Lyons.

Per altri 10 minuti i bianconeri insistono con buon ritmo e gioco, e arrivano così due marcature pesanti con gli uomini di mischia: prima Nicola Pedrazzani realizza al termine di un multifase, poi Rollero trova la seconda meta personale sempre su drive. Al 29ì la partita è virtualmente chiusa, e la timida reazione finale del CUS Milano non sortisce effetto, con le squadre che vanno al riposo sul punteggio di 26-3.

Nella ripresa i Lyons partono ancora in attacco, trovando subito la quinta meta con Subacchi che porta i suoi sul +30. Da qui la partita inizia a scivolare via senza particolari sussulti, con i bianconeri che sprecano un paio di buone occasioni e tengono bene le distanze in difesa, in cui spicca la grande prova del Man of The Match Leonardo Subacchi. Prima del termine c’è anche l’opportunità per il CUS di segnare la meta della bandiera, con ancora Borzone sugli scudi che marca al termine di una lunga azione offensiva.

La partita termina così sul 33-10, risultato che ridà fiducia ai Lyons in vista del finale di stagione, ma che rincuora anche la formazione milanese, che di gioca ancora la permanenza in Serie A nelle ultime 3 giornate di campionato.

Il capo allenatore Emanuele Solari può finalmente dirsi soddisfatto della prova offerta: “Vittoria, 5 punti e primo posto matematico: non potevamo chiedere di meglio! In più abbiamo recuperato un giocatore fondamentale per noi come Alberto Rollero, che dopo molti mesi ai box ha offerto una buona prova, in attesa che ritrovi il ritmo partita”.

“La squadra ha reagito bene nonostante qualche difficoltà di formazione e di questo sono contento, anche perché abbiamo potuto far giocare tutti ed effettuare tutti i cambi mantenendo alto il livello di impatto.”

A proposito della reazione della squadra: “Siamo rimasti scottati dalle due sconfitte, ma tra di noi abbiamo parlato in modo chiaro chiedendo serenità e convinzione in quello che facciamo. Rimanendo fedeli al lavoro svolto sicuramente raggiungeremo i nostri obiettivi, e la reazione di oggi è stata ottima.”

Grande giornata soprattutto per il veterano Mirko Benelli, che oggi raggiunge quota 200 presenze in maglia Lyons: “è un’emozione bellissima far parte di questa grande famiglia ed è un onore enorme entrare nel ristretto club di chi ha totalizzato 200 presenze. È la cosa più bella che potessi immaginare”.

L’ex capitano bianconero ha così ricevuto una medaglia commemorativa, come riconoscimento del grande lavoro, della disponibilità e dell’impegno esemplare che gli hanno permesso di raggiungere questo bel traguardo.

Dopo aver affrontato la penultima della classe, per i Lyons è in vista un altro testacoda, contro l’ultima in classifica VII Rugby, uscita oggi sconfitta nettamente sul campo dell’Accademia Nazionale. Un finale di stagione da affrontare con una serenità rinnovata, a cui mancano solo tre giornate per concludere la regular season, in vista del rush finale decisivo nei playoff.

Sitav Rugby Lyons v Cus Milano Rugby 33-10 (5-0)

Marcatori: p.t. 5′ mt Rollero tr Guillomot (7-0), 7′ drop Borzone (7-3), 18` mt Bruno (12-3), 24` mt Pedrazzani tr Guillomot (19-3), 29` mt Rollero tr Guillomot (26-3). s.t. 4` mt Subacchi tr. Guillomot (33-3), 23` mt Borzone tr Lagoussis (33-10).

Rugby Lyons: Arrigo (17` st Efori), Via (36` st Boreri), Dalla Ragione, Subacchi, Bruno (c), Guillomot, Gherardi (9` st Dal Capo), Masselli (8` st Lekic), Tarantini, Benelli (35` st Bance), Pedrazzani (v cap), Grassi, Greco (15` st Potgieter), Rollero (3` st Canderle), Grassotti (15` st Rapone). all. Solari, Baracchi

Cus Milano Rugby: Oleari, Lombardo, Borzone, Colombo (c) (6` st Ghelli), Panarello, Lagoussis, Dusi (12` st Massinello), Boggioni, Foschi (15` st Jannelli), Mantovani (15` st Arbitrio), Morabito, Mc Allister, Givani (15` st Leibson), Crisci (15` st Fusco), Parisi (15` st Romano). All. Introppa

arb.: Baldassarre (L’Aquila)

AA1 Platania (Alessandria) AA2 Negro (Modena)
Cartellini: 40` giallo a Della Ragione (Lyons)
Calciatori: Guillomot 4-5, Dusi 0-1, Lagoussis 1-1

Note: Giornata soleggiata con 20 gradi, terreno in ottime condizioni, spettatori 400 circa, partita n° 200 per Mirko Benelli (Lyons).

Punti conquistati in classifica: Sitav Rugby Lyons 5 Cus Milano Rugby 0
Man of the Match: Leonardo Subacchi (Lyons)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.