PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torna a Piacenza la Giornata Nazionale Unitalsi per sostenere i più fragili

Sabato 30 e domenica 31 marzo 2019 si terrà in tutta Italia e in particolare a Piacenza la XVIII Giornata Nazionale dell’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali).

Quest’anno l’appuntamento ha come slogan “Un’occasione di felicità. Con il tuo aiuto lo sarà per tutti!”. Della Giornata Nazionale è stato profondo sostenitore Fabrizio Frizzi, che con la propria immagine ha saputo testimoniare l’opera dei volontari; oggi, dopo la sua scomparsa, a ereditare il suo testimone è stato Flavio Insinna.

Parola d’ordine della XVIII Giornata nazionale è la “pace”, la stessa che Unitalsi idealmente annuncia offrendo una piantina di ulivo e di palma in cambio di un piccolo contributo che andrà a sostenere le attività e i progetti in tutti i territori.

Nelle piazze di Piacenza, dunque, verrà proposta una piantina d’ulivo, simbolo di pace e di solidarietà. Il ricavato delle offerte verrà utilizzato dall’associazione per sostenere i numerosi progetti di solidarietà, al servizio delle fasce sociali più deboli, grazie oltre 52 mila soci unitalsiani presenti in tutta Italia.

Per conoscere le piazze di Piacenza dove trovare le piantine d’ulivo sarà possibile consultare il sito internet www.unitalsi.it oppure contattare il numero verde 800.062.026.

In particolare le donazioni raccolte serviranno a sostenere le attività a supporto dei Pellegrinaggi, l’assistenza domiciliare agli anziani, le case famiglia per le persone disabili, le case accoglienza per i genitori dei bambini ricoverati nei centri ospedalieri, i soggiorni estivi e gli interventi d’emergenza sociali.

“La Giornata Nazionale – spiega il presidente nazionale Antonio Diella – è uno dei momenti centrali per la nostra Associazione, non solo per ritrovarci e rinsaldare l’adesione al carisma unitalsiano, ma anche per presentare in tutte le città italiane il bello, la solidarietà e la gioia che esprimiamo ogni giorno nelle nostre molteplici attività a partire dai pellegrinaggi e accanto alle persone malate, ai disabili, ma anche ai giovani, alle famiglie e ai più piccoli”.

“La Giornata nazionale – conclude Diella – ci offre l’occasione di realizzare un pellegrinaggio speciale nelle piazze delle città italiane per ribadire che non siamo soli e che insieme possiamo affrontare ogni avversità e problema”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.