PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Truffa e furto, arrestata e condotta in carcere la “maga Anita”

Quattro anni ed un mese di carcere: è la pena che deve scontare in carcere la “maga Anita” dopo le condanne divenute definitive emesse nel 2016 e nel 2017 dai Tribunali di Lecco e Milano.

Lunedì 18 marzo, in tarda serata, i carabinieri del reparto operativo di Piacenza hanno rintracciato presso la propria dimora nel centro storico piacentino la 55enne, coniugata, pensionata, pluripregiudicata.

Dal luglio 2012 numerosi erano i reati di cui si era resa responsabile: truffa, millantato credito, appropriazione indebita, furto.

“Essendo conosciuta come cartomante e veggente (Maga Anita), – spiegano i carabinieri – approfittando della momentanea difficoltà psicologica delle persone che a lei si rivolgevano, la donna sarebbe riuscita a carpire la loro fiducia e, con l’artifizio della cosiddetta negatività (malocchio) da scacciare attraverso un rituale magico, le induceva a farsi consegnare in tempi diversi: denaro contante, oggetti preziosi, beni di altra natura quali cellulari, iPad e pellicce”.

Gli incontri con le vittime del raggiro si svolgevano a Milano e a Lecco e in alcuni comuni di quella provincia.

I militari del Reparto Operativo hanno arrestato la “veggente” che, dopo le formalità di rito, è stata portata la carcere di San Vittore a Milano dove sconterà la pena.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.