PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Affissioni fasciste in via Negri, il Pd: “Giunta sporgerà denuncia?”

Il gruppo consigliare del Partito Democratico a Palazzo Mercanti ha presentato un’interrogazione urgente a proposito di alcuni manifesti di ispirazione fascista apparsi in città nei giorni scorsi, precisamente in Via Negri (26 marzo) – nella vicinanza delle scuole – ma anche in altre zone della città.

“L’affissione, è da ricondurre all’organizzazione “Blocco Studentesco“, associazione di ispirazione neofascista, emanazione di Casa Pound” – si legge nel documento.

manifesti fascisti in via negri

Uno dei manifesti riporta una frase di Benito Mussolini, su un altro sono riprodotti simboli che richiamano direttamente al ventennio fascista.

Nell’interrogazione, i consiglieri firmatari – Stefano Cugini, Giorgia Buscarini, Christian Fiazza, Giulia Piroli – chiedono nella sostanza al sindaco Barbieri e alla Giunta Comunale se “abbiano verificato lo stato di suddette affissioni” e se “in caso di affissioni abusive, abbiano già provveduto a farle rimuovere e in che data”.

I consiglieri Pd si chiedono infine se gli stessi “abbiano intenzione di sporgere denuncia alle autorità competenti per il reato di apologia del fascismo, a tutela dell’onorabilità della città di Piacenza, medaglia d’oro al valor militare, conferita dal Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro nel 1996, a riconoscimento del doloroso e intenso impegno dei piacentini durante la lotta di liberazione dalla dittatura nazi – fascista”.

manifesti fascisti in via negri

L’interrogazione è stata motivata dalla volontà di “non arretrare di fronte a manifestazioni che disonorano la storia della città e a chi diffonde ideologie contrarie ai principi della Costituzione, ancor più in virtù dell’impegno assunto dal Sindaco in Consiglio comunale, in data 29/30 marzo, per l’approvazione (entro il prossimo 25 aprile 2019) di modifiche al Regolamento per la concessione dei pubblici spazi, onde evitare di concedere vetrine e visibilità a chi si fa promotore di idee totalitarie”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.