PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Val Trebbia deturpata dalle discariche abusive, sei denunciati dai carabinieri Forestali

Più informazioni su

Val Trebbia: denunce, sequestri e sanzioni dei Carabinieri Forestali contro illecite gestioni di rifiuti.

Intensa attività per le Stazioni di Bobbio e Rivergaro (Piacenza), che in cinque distinti interventi hanno denunciato complessivamente all’Autorità Giudiziaria sei cittadini italiani, sequestrato due veicoli e le aree sulle quali erano stati depositati i rifiuti ed elevato due sanzioni amministrative.

Carabinieri Forestali discarica Val Trebbia

OTTONE – Nel Comune di Ottone è stata sequestrata un’area di 1000 mq parzialmente coperta, in cui erano stati depositati (ed anche parzialmente bruciati) rifiuti speciali pericolosi, come apparecchiature elettriche, elettrodomestici vari, veicoli radiati ma non avviati a demolizione, residui di lubrificanti, lastre fibrocemento, pneumatici oltre parti di vecchie stufe in ghisa.

A seguito degli acccertamenti è stato denunciato per gestione illecita e combustione rifiuti un 40enne residente nel comune di Ottone: secondo quanto ricostruito, l’uomo, utilizzando un furgone – poi sequestrato – aveva recuperato, pur senza essere abilitato, da alcuni residenti dell’alta val Trebbia che se ne volevano disfare il materiale poi abbandonato.

Carabinieri Forestali discarica Val Trebbia

BOBBIO – Nel Comune di Bobbio, a conclusione attività investigativa, i militari hanno invece scoperto trasporti di materiale edile derivato da demolizioni civili nel territorio prossimo all’area posta sotto sequestro. Indagini chimico fisiche sono in corso per accertare sospetta presenza di “crisotilo” (amianto bianco). L’autocarro utilizzato per i trasporti è stato anch’esso sequestrato.

I due titolari dell’impresa edile per gestione rifiuti non autorizzata e il proprietario dell’area di deposito, che – spiegano gli inquirenti – ogni volta ricevuto il materiale (anche implementandolo con lastre fibrocemento dismesse dalla sua proprietà), lo frantumava, disperdendolo e compattandolo al suolo, sono stati denunciati.

Denuncia, sempre nel territorio del Comune di Bobbio, per il titolare di un’impresa di escavazioni che dovrà rispondere di illecita gestione rifiuti non pericolosi: secondo le accuse, avrebbe depositato sul terreno 50 tonnellate di terre e rocce da scavo, oltre ad effettuare trasporto senza il prescritto Formulario Identificazione Rifiuti (FIR) e alla mancata iscrizione all’Albo Gestori Ambientali.

Carabinieri Forestali discarica Val Trebbia

RIVERGARO – A Rivergaro una persona è stata denunciata per gestione illecita rifiuti non pericolosi, nello specifico un cumulo di legno, bancali e modeste quantità di ferro, calcestruzzo e materiale plastico. E’ stato poi sanzionato un trasportatore di rifiuti per errata compilazione del Formulario di Identificazione.

Il contrasto al deturpamento ambientale si estende anche alle attività ricognitorie e sanzionatorie relativamente al fenomeno di abbandono rifiuti: recente è la notifica di un verbale di sanzione amministrativa di 600 euro ad una cittadina straniera residente a Bobbio che, a seguito di rapidi accertamenti dei Carabinieri Forestali, è stata identificata come responsabile per l’abbandono sul suolo (in località Dego) di rifiuti urbani non pericolosi (alcuni elementi di mobilio, due borse da donna, un accappatoio, una felpa, alcuni addobbi natalizi, teli di plastica e altri materiali).

Carabinieri Forestali discarica Val Trebbia

Accertamenti sono in corso per un ulteriore punto di abbandono rifiuti, materiale edile e legnoso nel Comune di CorteBrugnatella.

Dal Gruppo Carabinieri Forestale Piacenza si sottolinea la “puntuale attività svolta dalle Stazioni Carabinieri Forestali nel Piacentino” insieme al rilievo che, “tutti gli accertamenti sono stati conseguenza di un attento controllo del territorio posto in essere sia con i veicoli in dotazione sia con pattugliamenti appiedati propri dei Carabinieri
 Forestali”.

Carabinieri Forestali discarica Val Trebbia

“Il contrasto ai fenomeni di stoccaggio, deposito, combustione e abbandono dei 
rifiuti non autorizzati – aggiungono – è tra le primarie attività 
del Carabinieri Forestali, in quanto,
 oltre al potenziale danno ambientale
 vi è anche il danno in termini di ecologia del paesaggio, 
soprattutto in una zona ad alta valenza naturalistica
 e paesaggistica quale è la Val Trebbia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.