PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arte, musica, laboratori: sguardi diversi sul paesaggio

Più informazioni su

Gli ambienti naturali e urbani con i quali interagiamo attraverso il nostro sguardo soggettivo sono per definizione il paesaggio. Il paesaggio implica quindi per definizione un rapporto personale e una partecipazione emotiva da parte degli uomini, che determinano in modo attivo lo spazio e allo stesso tempo ne rimangono fortemente condizionati ed influenzati.

È a partire dalla comprensione della definizione di paesaggio che si può capire il rapporto tra l’uomo e il territorio. Sarà questo il fil rouge della prima edizione di “Sette giorni per paesaggi”, organizzata da EN Laboratorio Collettivo e in programma a Piacenza dal 20 al 26 maggio.

IL PROGRAMMA COMPLETO

Focus dell’intero festival sarà il rapporto uomo-terra, come racconta l’artista Claudia Losi di EN Laboratorio Collettivo, associazione fondata nel 2017 e composta da varie professionalità, fra cui artisti, video makers e architetti: “L’idea è di proporre una serie contributi di alta qualità. Il taglio degli incontri sarà fortemente antropologico, ma non solo: abbiamo contattato anche i maratoneti dei Lupi dell’Appennino, vivaisti che si relazionano alla cura del verde, uno studioso che ha deciso di fare il vignaiolo. Abbiamo così voluto mettere insieme il teorico e il pratico, il locale e il foresto”.

Diversi gli spazi dedicati: dalla spaziosa sede di EN, in via Maddalena 29/A, all’Auditorium della Fondazione Piacenza e Vigevano, dalle aule del Politecnico al Caffè Letterario del Liceo Classico “Melchiorre Gioia”, dalla Serra di Palazzo Ghizzoni Nasalli, alle sedi en plein air (le rive del Po e gli orti gestiti dall’associazione dei Cosmonauti).

La presentazione di Sette giorni per paesaggi

“Tante delle conferenze che ruotano intorno al cuore del festival (il workshop dell’antropologo Matteo Meschiari), parlano dell’abitare dell’uomo in un contesto urbano – aggiunge l’architetto Giovanna Cavalli, uno dei soci fondatori di EN Laboratorio Collettivo -, del modo di guardare il paesaggio urbano, della relazione con lo spazio che ha implicazioni sulla qualità della vita e sul modo di fare cultura; il porre attenzione su certi temi può modificare il paesaggio e, di conseguenza, la vita delle persone”.

“Particolare attenzione è da noi dedicata al mondo dell’infanzia: abbiamo voluto chiamare quattro esperti che parallelamente si occupano di arte contemporanea e proporranno durante la settimana quattro laboratori per bambini, tutti orientati verso la relazione tra il bambino e il paesaggio in cui si muove”.

Mauro Sargiani – curatore della mostra in programma da EN Laboratorio Collettivo (Via Maddalena, 29/A) che lunedì 20 maggio aprirà gli incontri – rimasto colpito dalla serie di tavolette prodotte da Sergio Tagliaferri, lo ha scelto come artista per l’eposizione. “Sono opere a misura pagina – spiega – che mi hanno rimandato all’esperienza del diario. Tagliaferri per trent’anni si è dedicato alla pittura informale, per questa mostra propone una pittura naturale – così la definisce Sargiani – espressa attraverso un gesto istintivo, che non deve per forza di cose passare attraverso il cervello”.

Durante i sette giorni della rassegna il tema del paesaggio sarà affrontato in tutte le dimensioni: quella figurativa, con la mostra di Tagliaferri, quella del racconto, attraverso le conferenze e quella musicale, grazie al concerto di Le Rose e le Viole ed Enerbia in programma a Palazzo Ghizzoni sabato 25 maggio alle ore 21,15.

Alla presentazione sono intervenuti anche il maestro Giorgio Milani e Alberto Dosi, in rappresentanza della Fondazione di Piacenza e Vigevano che sostiene l’iniziativa.

“Sette giorni per Paesaggi” ha il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Piacenza e ha ricevuto il sostegno della Fondazione Piacenza e Vigevano. Inoltre si è sviluppata in collaborazione con: Politecnico di Milano Sede di Piacenza, Liceo Classico “Melchiorre Gioia”, Corto&Fieno(Festival del Cinema Rurale), Concorto, Cosmonauti, Libreria Fahrenheit 451, Socità Canottieri di Calendasco, Il Quarto bb, Cervini Targhe Piacenza, Apogeo, Lo Fai Handmade Bar.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.