PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una cena coi musulmani piacentini per “rompere” il digiuno. Assente il Comune fotogallery

Nel mese del ramadan la comunità islamica di Piacenza offre alla città una cena aperta per la “rottura” del diguno al giungere del tramonto.

E’ ormai una tradizione che si ripete da alcuni anni e anche venerdì è stata celebrata insieme a tanti ospiti nella sede di strada Caorsana. Un ricco banchetto conviviale per condividere il rito dell’Iftar che ogni musulmano credente rinnova ogni sera nel mese sacro al momento di sospendere il digiuno del giorno.

La cena dell'Iftar 2019

Nelle foto alcuni momenti della cena e anche della preghiera che che i fedeli hanno celebrato nei locali del centro in due momenti distinti nel corso della serata. Per il secondo anno consecutivo, l’amministrazione comunale di Piacenza ha brillato per la sua totale assenza, non inviando alcun rappresentante alla celebrazione.

La cena dell'Iftar 2019

Presente invece la chiesa cattolica con don Pierluigi Dallavalle, che in rappresentanza del vescovo Gianni Ambrosio, ha portato un messaggio di dialogo e fratellanza. Alla cena ha portato il suo messaggio di saluto anche il console di Bologna del Marocco Fouad Lamine e tra gli invitati anche i familiari di Damia El Assali, la giovane mamma uccisa a Borgonovo nella sua abitazione.

A fare gli onori di casa il direttore della Comunità Yassine Baradai e tra i presenti anche il viceprefetto Leonardo Bianco, il luogotenente Roberto Penge per l’arma dei carabinieri, il vicepresidente del consiglio comunale Sergio Dagnino, i consiglieri comunali Stefano Cugini, Giulia Piroli, Luigi Rabuffi e Andrea Pugni, il segretario della Cgil Gianluca Zilocchi, della Cisl Marina Molinari e della Uil Francesco Bighi, e il presidente provinciale della Croce Rossa Alessandro Guidotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.