PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Certificazione di qualità, AAMS pubblica le nuove linee guida per gli operatori di gioco

Sicurezza, legalità e responsabilità, questi i requisiti del nuovo marchio di qualità del gambling.

Un nuovo bollino di qualità, ma non per le mele o la carne nel banco surgelati. Ma per il gioco legale. Un mondo in cui normative e burocrazia rischiano, soprattutto dopo il Decreto Dignità, di bloccare piattaforme e rendere più difficile la vita agli utenti. Così per mettere un freno all’offerta del gioco illegale, che minaccia di tornare prepotentemente a galla, ecco che arriva una nuova certificazione di legalità, di sicurezza e responsabilità.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato ha pubblicato la versione 2.0 delle Linee Guida sulla certificazione qualità. Un obbligo per tutte le piattaforme online che vigilerà su poker, casinò online, scommesse, bingo, gestita dall’organismo di verifica Ody.

Un marchio di cui tutte le piattaforme legali devono fregiarsi per potersi distinguere dalla selva oscura dell’illegalità. Così facendo la certificazione aiuterà anche gli utenti, che vedendola potranno scegliere in maniera sicura e affidabile il proprio sito di gioco. Avendo a loro disposizione una serie di tutele, controllate e certificate.

La prima è quella della limitazione dell’accesso e delle spese, che possono creare casi di ludopatia. Le piattaforme sottoposte a certificazione prevedono, tramite l’identificazione del codice fiscale, di mettere un freno agli accessi e di inserire un limite massimo (giornalieri, mensile, settimanale) della spesa. La certificazione vigila anche sui metodi di pagamento, sia per quanto riguarda la collusione e il riciclaggio di denaro, sia per quanto riguarda l’erogazione dei premi, che deve avvenire su canali sicuri, legali e onesti.

Tali elementi indispensabili per ricevere il via libera alla certificazione sono stati introdotti da tempo da tutti gli operatori AAMS, che hanno inserito all’interno delle rispettive piattaforme anche strumenti utili alla valutazione del grado di dipendenza del giocatore, come ad esempio, il test di autovalutazione presente sul sito del casinò online Gioco Digitale. Tale misura di prevenzione vanta la collaborazione con l’Università di Cambridge, uno dei punti di riferimenti a livello mondiale per lo studio e il contrasto del gioco patologico.

L’iter di ottenimento della certificazione parte dai requisiti fondamentali, inseriti nel documento Linee guida per la certificazione della piattaforma di gioco. Al suo interno troviamo le caratteristiche che i siti devono avere, la più importante è quella di creare un ambiente di gioco controllato e sanzionato, in cui è garantita una alta percentuale di ritorno in vincite delle somme spese dai giocatori, stando alla definizione che ha dato Mauro Gulino responsabile della Divisione Informatica e Telematica dell’Istituto Giordano, ente di ricerca e di certificazione attivo dal 1959.

Ody vigilerà sulla presenza di tutti questi requisiti da parte della piattaforma e, successivamente, inserirà il sito nel novero dei domini legali. Le prove operative sono quelle che verificano le funzionalità di accesso al conto di gioco, ai giochi, l’accredito delle vincite con le relative operazioni di pagamento ed incasso, le autolimitazioni per il gioco responsabile, presenza degli avvertimenti e dei link sul gioco responsabile.

Inoltre, i controlli badano a garantire la massima riservatezza delle informazioni, della privacy e della difesa del profilo privato di ogni giocatore.  Insomma, una certificazione che risponde a tre requisiti fondamentali: sicurezza, responsabilità e legalità. Per aprire al gioco le porte del futuro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.