PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Cooperazione

Maturano nel carcere le fragole della solidarietà, il progetto alle Novate fotogallery

Arrivano nei supermercati le fragole del carcere di Piacenza. Da metà maggio i piacentini potranno infatti acquistare e gustare le fragole biologiche del progetto “Ex Novo“.

La coltivazione delle fragole alle Novate

Promossa dalla cooperativa sociale l’Orto Botanico, con il sostegno di Fondazione Cattolica Assicurazione,Università Cattolica del Sacro Cuore e di Geoponica s.r.l., l’iniziativa prevede la coltivazione dei frutti sia in pieno campo che in serra fuori suolo e mira a costruire percorsi di reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti.

I detenuti selezionati dalla direzione penitenziaria (nel video la testimonianza di Marco, 34enne detenuto che lavora da un mese al progetto) hanno l’opportunità di svolgere l’attività lavorativa in carcere, usufruire di corsi di formazione e percepire una retribuzione, iniziando così un cammino di crescita e di riscatto, sia personale che sociale, da portare avanti anche una volta tornati in libertà.

Come spiegato nella mattinata del 6 maggio alla Casa Circondariale delle Novate da tutti i rappresentanti delle realtà coinvolte nell’iniziativa, i detenuti che partecipano al progetto “Ex Novo” sono al momento due, ma per la fase di raccolta e confezionamento, che avverrà a breve, è previsto il coinvolgimento di altre due persone.

“Oggi presentiamo l’esito di un percorso iniziato qualche tempo fa e che vogliamo portare avanti in futuro – ha spiegato Maria Gabriella Lusi, direttrice del carcere di Piacenza – Il carcere è un luogo di vita e di lavoro, è importante quindi che i detenuti capiscano come con questo progetto le loro giornate acquisiscono un valore sempre maggiore”.

“Si tratta di una sfida a 360 gradi” – ha poi voluto evidenziare Fabrizio Ramacci, presidente della cooperativa L’Orto Botanico – questo progetto ha una grande valenza sociale. Ricordiamo che in precedenza non c’era lavoro retribuito all’interno della Casa Circondariale, oggi invece i detenuti sono a libro paga della cooperativa: speriamo di aumentare in futuro la superficie di coltivazione per accrescere le possibilità di lavoro”.

“Tra le altre cose in carcere abbiamo anche due persone che lavorano nella falegnameria interna e producono oggettistica. Inoltre è presente un orto che vede impegnata una persona e i cui prodotti vengono commercializzati ai detenuti”.

La coltivazione delle fragole alle Novate

Come mostrato in prima persona dalle due persone coinvolte nel progetto, le fragole coltivate sono di due tipologie diverse: la Clery, dalla forma conica allungata e dal color rosso carminio brillante, e la Murano, del medesimo coloro e dal sapore dolce.

Ruolo importante nella coltivazione di queste due prelibatezze lo ricopre la Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica, che ha portato un approccio innovativo e sostenibile a livello ambientale, arricchendo ulteriormente il progetto di una valenza ecologica, oltre che sociale.

“L’iniziativa vuole educare alla sostenibilità – ha commentato il professor Ettore Capri, referente dell’Ateneo per il progetto – I detenuti stanno inoltre acquisendo specializzazioni utili per il mercato del lavoro: stiamo infatti promuovendo un agricoltura sociale e sostenibile, con lo scopo di creare nuovi agricoltori per il mercato del futuro”.

Le fragole saranno in vendita all’Ipercoop di Montale a Piacenza.

La coltivazione delle fragole alle Novate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.