PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Everest fa l’impresa contro la capolista Lodi. Adesso la vetta è a tre punti

Più informazioni su

Un altro passo avanti per l’Everest Piacenza Pallanuoto che sbaraglia alla grande la capolista Lodi. In una partita memorabile i lodigiani sono stati sconfitti senza se e senza ma, e adesso, a due match dalla fine, le lunghezze di vantaggio sull’Everest sono soltanto tre.

I lombardi sono apparsi piuttosto confusi ed imprecisi, soprattutto molto deboli nelle situazioni di superiorità numerica nelle quali hanno realizzato una sola rete su 15 occasioni avute. Per contro il Piacenza ha probabilmente giocato la sua miglior partita della stagione, vendicando ampiamente il risultato dell’andata e dominando letteralmente la gara dal terzo tempo in poi. Allo Sporting Lodi sarebbe bastato un pareggio per avere la certezza matematica della promozione, ma il giovane settebello piacentino ha deciso di rovinare i piani alla capolista.

A Piacenza il pubblico era quello delle grandissime occasioni, con tifo alle stelle anche da parte dei numerosi supporter lodigiani. In vasca tanto agonismo, con gioco spesso al limite del regolamento: l’arbitro Pavanetto si è però dimostrato all’altezza di una partita difficile e di grande tensione, considerata l’alta posta in palio. Bravi su tutti i fronti, i piacentini hanno dimostrato tecnica, organizzazione difensiva, grande preparazione fisica, tanto cuore e carattere.

Segnali importanti in vista del probabile spareggio promozione del 13 luglio a Roma: nonostante l’avvicinamento in classifica, in pochi credono infatti che lo Sporting Lodi possa perdere le due ultime gare in programma e contemporaneamente il Piacenza vincerle, ottenendo quindi la promozione diretta. Sconsolato e preoccupato il tecnico dei lodigiani Miscioscia “È già da qualche tempo che fatichiamo molto in superiorità ed anche oggi abbiamo sbagliato tanto. E’ stato un campionato molto lungo e faticoso e forse adesso siamo un po’ stanchi perché sono tre partite che non siamo più come prima”.

LA PARTITA – La partita inizia sostenuta da un grandissimo entusiasmo da parte di entrambe le tifoserie, e nelle prime mosse entrambe le squadre paiono giocare a scacchi; si studiano, e le difese, a pressing quella piacentina ed a zona quella lodigiana, hanno la meglio, sino a quando i piacentini in superiorità portano Bianchi a realizzare con un gran tiro da posizione 4.

La risposta quasi immediata degli ospiti arriva grazie a Carpanzano A. che, ormai a uomini pari, riesce ad infilare Bernardi. Stessa situazione dopo un minuto circa, con rete del giovanissimo Roveda a superiorità quasi scaduta. Il Piacenza sembra un filo contratto e con il temporaneo vantaggio degli ospiti si va alla seconda frazione di gioco.

Dopo soli 24 secondi dalla ripresa dei giochi, un uno-due di Merlo in superiorità porta il capitano piacentino a segnare il pareggio. Passano un paio di minuti e lo Sporting comincia ad essere leggermente in difficoltà contro la forte difesa piacentina, iniziando a sbagliare qualche passaggio di troppo. D’altra parte, Merlo guadagna di nuovo una espulsione per un fallo piuttosto vistoso di Vigotti, graziato dall’arbitro, ed ancora lui – ricevuta subito palla – firma di nuovo il goal del 3 a 2 per il Piacenza.

Dopo un minuto Roveda si libera bene, riceve palla e firma il pari. A metà partita la squadra di Fresia sembra comunque più precisa e determinata degli ospiti, ed infatti arriva un terzo indimenticabile tempo dove l’Everest Piacenza sale in cattedra. Dopo un minuto di gioco Cighetti si inventa un tiro preciso che sorprende la ferma difesa avversaria e, mentre i lodigiani falliscono l’ennesima superiorità, nella azione successiva Mastrogiovanni si invola a tu per tu contro Pellegri e firma il 5 a 3.

Un Lodi sempre più in difficoltà fallisce ancora due superiorità, il Piacenza invece cresce sempre di più ed ancora Mastrogiovanni – sui due metri in superiorità – segna e porta a più tre il Piacenza. Grande emozione sugli spalti e pubblico di una fazione che ammutolisce. I lodigiani sempre più disarmati non pungono più e nell’ultimo minuto di gioco di terzo tempo il Piacenza mostra i muscoli. In particolare i muscoli sono del forte capitano Merlo, che lotta scatenato mostrando tutta la sua forza: prima realizza su un assist di Bianchi e poi con una mezza rovesciata scatena il suo pubblico: 8 a 3 Everest ed ipoteca sulla partita.

All’andata il Piacenza aveva perso a Lodi per 9 a 4, dunque al momento del quarto tempo la differenza reti negli scontri diretti è uguale. Dopo 14 secondi Turelli trasforma il rigore accorciando le distanze. Reazione del Piacenza che è decisamente in una condizione tecnica e mentale diversa rispetto agli ospiti e nuovo goal in superiorità di un sempre più convincente Cighetti a 5 e 15′ dalla fine. Passano alcuni e minuti ed il Lodi fatica ancora, mentre Branca trova, grazie ad una splendida conclusione, il goal del più 6.

E’ ancora Roveda a tenere in vita la sua squadra con una rete in superiorità. A trenta secondi dalla fine Alessio si vede annullare un gol su tiro libero; sul ribaltamento i lodigiani segnano con Borsatti, allontanando lo spettro di una eventuale peggiore differenza reti negli scontri diretti. Il Piacenza esce comunque alla grande da questa vittoria, ottenuta grazie ad una grande volontà, ad una miglior condizione atletica e a un gioco difensivo decisamente più forte di quello degli ospiti.

CAMPIONATO DI SERIE C – GIRONE 1

EVEREST PIACENZA PALLANUOTO 2018 – SPORTING LODI 10 – 6 (1-2) (2-1) (5-0) (2-3)

Piacenza: Bernardi , Branca 1, Alessio, Lamoure , Martini, Bianchi 1, Merlo 4, Fanzini, Cighetti 2, Zanolli, Mastrogiovanni 2, Nani, Paradiso. All. F.Fresia

Sporting Lodi: Pellegri, Carpanzano A 1, Novasconi, Carpanzano S., Marchi, Corti 1, Rossi, Galbagnani, Vigotti, Borsatti 1, Turelli 1, Roveda 3, Baggi. All. . Miscioscia

Sup Num: Piacenza 6/10 Sporting Lodi 1/15

Rigori: Piacenza 0/0 Sporting Lodi 1/1

Arbitro: Pavanetto

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.