PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuova maturità al banco di prova, ecco cosa cambia

Più informazioni su

Nuova maturità al banco di prova. La sessione 2019 vedrà infatti alcune importanti novità per i ragazzi che, il 19 giugno, con lo svolgimento della prima prova scritta, affronteranno questo importante momento di passaggio.

Il Ministero ha apportato varie modifiche all’esame: nella prima prova i quasi 3.500 “maturandi” di Piacenza potranno scegliere tra 7 tracce di 3 tipologie diverse (analisi del testo, testo argomentativo e tema d’attualità), è stato quindi eliminato il saggio breve; la seconda prova, invece, sarà multidisciplinare e avrà come oggetto tutte le materie di indirizzo.

Al liceo classico la seconda prova prevederà una versione di latino, il confronto con un testo di greco e domande di comprensione e analisi sui due brani. Allo scientifico gli studenti potranno scegliere uno tra due problemi di matematica e 4 tra 8 quesiti di fisica proposti.

Al liceo linguistico, invece, la prova prevederà la verifica della prima e terza lingua con la comprensione e produzione di un testo. Per il liceo delle scienze umane si tratterà un argomento antropologico, pedagogico o sociologico, mentre al liceo artistico la seconda prova non subirà modifiche. La novità per gli Istituti tecnici e professionali consiste nella divisione in due parti, la prima comune a tutti i candidati e la seconda con quesiti tra cui scegliere.

Il Miur ha inoltre pubblicato quadri di riferimento per le valutazioni e ha stabilito l’assenza della tesina all’orale: le materie centrali saranno contenute in una busta che il candidato sceglierà tra tre sorteggiate dalla commissione (il numero totale di buste sarà pari al numero di candidati più due), trattando anche l’esperienza di alternanza scuola-lavoro e l’educazione civica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.