PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rottofreno piange la scomparsa di Giorgio Gnocchi

Rottofreno piange la scomparsa di Giorgio Gnocchi. Gnocchi, 82 anni, ha dedicato la sua vita alla comunità, sia come sindacalista Cisl che come referente del comitato Inps, oltre che come alpino.

Figura storica di Rottofreno, ne è stato anche amministratore, come membro della Giunta Maserati, agli inizi degli anni Duemila, sia come consigliere di opposizione, durante il primo mandato di Raffaele Veneziani. Proprio Veneziani dedica un ricordo commosso all’amico – avversario.

“Apprendo con profondo dispiacere della scomparsa di Giorgio Gnocchi, al contempo avversario politico ed amico, nonché già amministratore per lungo tempo del nostro Comune di Rottofreno. Nel corso del nostro ultimo colloquio di qualche giorno fa in ospedale, quando già le sue condizioni lasciavano poca speranza di ripresa, non ha mancato di darmi indicazione sui prossimi lavori da compiere per la nostra comunità, a riprova della sua dedizione al nostro territorio sino all’ultimo dei suoi giorni” scrive Veneziani su Facebook.

“Saluto quindi l’amico e rendo onore all’avversario, qualche volta duro ma sempre corretto, come tanti ce ne vorrebbero in questa politica sempre più urlata, sempre più di contrapposizione, sempre più distaccata dalla realtà. Buon viaggio Giorgio…”.

IL CORDOGLIO DELLA CISL – “La sua scomparsa, scrive il segretario provinciale della Cisl, Marina Molinari, lascia un grande vuoto. E’ stato un amico e per tutti una persona disponibile ed altruista. Il suo modo di stare con le persone, con un sorriso e con parole semplici ed oneste, era autentico, e colpiva anche chi ha avuto occasione di conoscerlo solo superficialmente”.

“Negli ultimi impegni per il sindacato nel comune di Rottofreno si è contraddistinto per le sue qualità di operatore attento e sempre determinato ad aggiornarsi per essere al servizio delle persone. La Cisl di Parma Piacenza piange oggi un dirigente bravo, un esempio da prendere a riferimento per dedizione e militanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.