PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

Giovane ricercatore della Cattolica premiato a Montecitorio

Si è svolta ieri a Roma a Palazzo Montecitorio, la cerimonia di consegna del “Premio internazionale Brunello di Montalcino Case Basse Soldera 2010 per giovani ricercatori". Fra i premiati anche un giovane ricercatore della Cattolica.

 

Più informazioni su

Si è svolta ieri a Roma, presso la Sala del Mappamondo di Palazzo Montecitorio, con il patrocinio della Camera dei Deputati e il riconoscimento della Presidenza della Repubblica, la cerimonia di consegna del “Premio internazionale Brunello di Montalcino Case Basse Soldera 2010 per giovani ricercatori".
L’On. Maurizio Lupi, Vicepresidente della Camera dei Deputati, ha dato il benvenuto e presentato il Presidente della giuria, professor Mario Fregoni, che ha illustrato i grandi movimenti evolutivi della viticoltura mondiale, ed il professor Massimo Vincenzini (Università di Firenze) che ha presentato una ricerca sul profilo antocianico dei vini di Sangiovese in funzione dell’ecologia microbica dei processi fermentativi.
Dopo la lettura del messaggio del Segretario Generale della Presidenza della Repubblica a nome del Capo dello stato Giorgio Napolitano, che ha molto apprezzato l’iniziativa del premio riservato a giovani ricercatori, il presidente della giuria Fregoni ha letto le motivazioni dei due premi ex aequo, andati al dott. Luca Collina dell’Università di Firenze e al dott. Matteo Gatti, dell’Istituto di Frutti-viticoltura della facoltà di Agraria della Cattolica di Piacenza, che ha sviluppato la ricercaCaratterizzazione bioclimatica dell’area del Brunello di Montalcino e di alcuni terroir aventi vitigni affini al Sangiovese”.
 
Il dott. Gatti, dopo aver terminato la Facoltà di Agraria della Cattolica ha avuto la possibilità di operare presso l’Istituto di Frutti-Viticoltura, collaborando alle ricerche prima dirette dal Prof. Mario Fregoni e oggi dal Prof. Stefano Poni, attuale direttore dell’Istituto. “Negli anni ho potuto approfondire le conoscenze di eco-fisiologia della vite con esperienze condotte sia direttamente in campo sia in serra, esperienze spesso finalizzate allo studio e alla valorizzazione del “terroir” viticolo – spiega Gatti – Il termine “terroir” identifica uno spazio geografico ben delimitato, caratterizzato dal punto di vista geo-pedologico e climatico, che imprime una marcata impronta di originalità e tipicità al vino.”
 
“La mia ricerca ha voluto evidenziare le peculiarità climatiche che a Montalcino permettono al Sangiovese di raggiungere eccellenti livelli qualitativi. – afferma il giovane scienziato che, soddisfatto, esprime – viva gratitudine alla Giuria che ha ritenuto il mio lavoro meritevole di premiazione ed in particolar modo a Gianfranco Soldera, icona del Brunello di Montacino e custode della sua tipicità, per aver istituito questo prestigioso premio.”
I diplomi e le medaglie del Presidente della Repubblica sono stati consegnati dall’On. Maurizio Lupi e da Gianfranco Soldera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.