PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una biblioteca “di strada” all’Infrangibile

In arrivo il nuovo progetto “Biblioteca di strada”, l’iniziativa di book sharing o scambio gratuito di libri che entro maggio prenderà il via nel cuore del quartiere Infrangibile a Piacenza, ai giardini di via Serravalle Libarna

Più informazioni su

In arrivo il nuovo progetto “Biblioteca di strada”, l’iniziativa di book sharing o scambio gratuito di libri che entro maggio prenderà il via nel cuore del quartiere Infrangibile a Piacenza, ai giardini di via Serravalle Libarna (tra via Alessandria e via Tortona), promossa dall’Ufficio Partecipazione con il supporto dei Servizi Educativi, Formazione, Giovani e Pari opportunità del Comune e con la collaborazione del Comitato Amici della Sala di lettura della ex Circoscrizione 2, del Comitato Pertite, dell’associazione “La voce della gente” e della Banca del tempo e dei saperi.

Per trasformare questi spazi in un’improvvisata libreria bastano pochi tocchi e qualche scaffale, al resto ci pensano i passanti e i curiosi. Sulle nuove “piazze della lettura” si ritrovano persone anche sconosciute per barattare libri, scambiarsi informazioni, parlare di Agatha Christie, dell’ultimo libro di Camilleri, di saggi di filosofia o di storia. Tanti caffè letterari, ma questa volta en plein air.

Una città che legge e che scambia libri, moltiplicando le possibilità di socializzazione attraverso la cultura, è sicuramente una città migliore.
Quale luogo più adatto di un giardino, per invitare alla lettura e, attraverso le pagine di romanzi e saggi, costruire una comunità più aperta al dialogo e al confronto tra le idee, più solidale e coesa? Uno scaffale nel chiostro non intimidisce, non ostacola l’accesso, ma può accogliere chiunque.

Dopo aver letto un libro, l’invito è a liberarlo di nuovo, in cerca di altri lettori, con spirito di condivisione. Oggi c’è uno spazio in cui lasciare i volumi che non si vogliono più tenere in casa, quelli iniziati e che non si finiranno mai, o che sono stati amati così tanto da desiderare che qualcun altro possa apprezzarli. Un posto, insomma, dove dare un’altra vita a un libro che altrimenti resterebbe inerte tra gli scaffali o sul comodino.

Chiunque può accedere alla Biblioteca di strada, pensata proprio per restituire una “seconda opportunità” ai libri, ma anche per avvicinare i cittadini che abitualmente non fruiscono delle biblioteche “tradizionali”. Uno scaffale libero, dove tutti possono prendere gratuitamente un libro senza formalità, senza schede di prestito, scegliendo poi di restituirlo, di regalarlo ad altre persone, di tenerlo o di donare un altro titolo.

In attesa dell’apertura ufficiale – entro il mese di maggio – perché non dare un’occhiata e iniziare a utilizzare questo spazio attingendo agli scaffali già esistenti o portando un libro? Il tutto nell’ottica dello scambio disinteressato, ricordando che questo luogo non diventerà un punto di raccolta differenziato o uno “svuotacantina”, ma una piccola oasi di cultura e incontro in cui ampliare la propria cerchia di conoscenti e amici, considerando come tali tutti i propri concittadini. Perché i libri possano essere vissuti non solo come un “rifugio” in cui immergersi in solitudine, ma anche come strumento di relazione. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.